Applicazione per registro visitatori

Registro visitatori per ristoranti: le nuove regole

Il settore della ristorazione, in Italia, conta circa un milione e duecentomila lavoratori.

Le nuove misure restrittive, indispensabili per cercare di limitare il contagio da Coronavirus, hanno portato al fermo di moltissime attività in tutta Italia, tra cui i ristoranti e i bar.

Questi, in particolare, hanno dovuto chiudere i battenti, dall’emanazione del DPCM del 10 aprile 2020, fino al 18 maggio scorso. Con il nuovo Decreto, infatti, bar e ristoranti hanno finalmente potuto riaprire le loro porte, a partire dal 18 maggio 2020.

La nuova riapertura di bar e ristoranti: le regole

Se ti è già capitato di andare al ristorante, in questo periodo di “Fase 2”, ti sarai immediatamente accorto, che la prima regola che il ristoratore deve adottare, è quella della distanza tra i tavoli.

A questa, ne seguono molte altre, articolate in varie fasi: regole rigide e di restrizioni che impongono, sia al cliente che al lavoratore, nuove misure da adottare in materia di sicurezza, proprio per limitare la diffusione dell’epidemia COVID-19.

Il nuovo DPCM del 17 maggio 2020, entrato in vigore il giorno seguente, prevede, oltre al distanziamento dei tavoli come abbiamo precedentemente letto, varie altre forme di tutela dei lavoratori e dei consumatori.

Tutti i lavoratori dovranno tenere la mascherina chirurgica, e così anche i clienti dovranno utilizzarla qualora avessero necessità di recarsi alle toilettes, o per andare in cassa a pagare (davanti al plexiglass). Si suggerisce anche il pagamento al tavolo e, soprattutto, contactless per evitare di toccare il denaro.

I clienti dovranno igienizzare le mani all’ingresso del locale. Per questo motivo, nel bar o ristorante, è d’obbligo sistemare delle colonnine con disinfettante in varie parti del locale, come ad esempio, all’ingresso e in prossimità dei servizi igienici.

Sono inoltre vietati i buffet a cui tutti possono attingere, creando assembramento e condividendo posaterie. Il locale al chiuso, dovrà comunque e sempre essere arieggiato, tramite l’apertura di finestre e porte e si consiglia, se possibile, di utilizzare il dehors del bar o del ristorante, per posizionare i tavoli.

In molte città il plateatico, in questo delicato periodo di emergenza, viene offerto gratuitamente per incentivare i ristoratori a posizionare i commensali all’aria aperta e distanziati.

La prenotazione del tavolo al ristorante, ad esempio, è un altro utile consiglio presente nel Decreto per evitare gli assembramenti di persone in coda, in attesa di essere fatte accomodare all’interno del locale.

Un altro punto saliente del nuovo decreto è che tutti gli utenti in entrata nel locale devono essere registrati nell’apposito registro visitatori e, in alcune regioni d’Italia, è obbligatorio misurare la temperatura corporea prima di accedere ai locali, che non deve comunque superare i 37 gradi e mezzo.

Registro visitatori ristoranti e privacy GDPR

La gestione elettronica dei visitatori in un determinato luogo (in questo articolo facciamo soltanto riferimento ai ristoranti, ma i luoghi possono essere molteplici) è di fondamentale importanza in Fase 2 di Coronavirus.

L’elenco, in formato cartaceo o elettronico, dovrà essere conservato per 14 giorni, così che, qualora dovesse scoppiare l’epidemia, il ristoratore potrà avvisarti e tu potrai correre ai ripari.

Il registro visitatori del ristorante è obbligatorio e serve a registrare chi, di esterno, entra in azienda. Il registro visitatori, oltre ai clienti, deve tenere traccia dei fornitori o tutti gli attori esterni alla realtà stessa, che in quel determinato giorno hanno fatto visita presso la struttura.

Ovviamente, visto lo scopo del registro in questo periodo (di monitorare e registrare gli ingressi), il ristoratore deve riportare soltanto il nome e il numero di telefono del visitante. In ogni caso, il ristoratore dovrà trattare i dati ricevuti secondo quanto stabilito dalla GDPR.

Ciò significa che non potrà chiedere dati che non sono strettamente necessari al fine della registrazione e dovrà conservare e archiviare i dati solo per il tempo strettamente necessario allo scopo (i famosi 14 giorni).

La gestione automatica dei visitatori in un ristorante o in un bar, pertanto, sta diventando di fondamentale importanza, al fine di avere traccia di tutti coloro che entrano in un preciso momento, in una determinata struttura.

Lo scopo di tenere un registro visitatori elettronico o cartaceo e aggiornarlo, è importante anche perché, così facendo, si possono contingentare gli ingressi.

Infatti, un’altra, tra le regole presenti nel Decreto, è che, prima dell’apertura del locale, si sarebbero dovuti già definire il numero massimo di posti a sedere possibili e, in base a questo, limitare l’accesso ai clienti e contingentare gli ingressi. Dei nuovi clienti non possono entrare nel locale se non sono disponibili dei posti a sedere.

Registro ingresso visitatori per ristoratori

Al fine di tenere traccia dei visitatori, abbiamo scoperto e testato un registro visitatori elettronico e “smart”, progettato da ValeProg, un’azienda che da anni produce e commercializza software e app marcatempo e per una migliore gestione aziendale.

L’app “Registro Visitatori Smart”, è utilizzabile su vari dispositivi: smartphone, tablet o PC, da più postazioni ed è molto intuitiva, semplice e chiara. Essa, consente appunto di registrare le entrate e uscite dei visitatori e dei clienti nella tua azienda (ristorante, bar, negozio o parrucchiere che sia…).

L’app gratuita per registrare l’ingresso dei visitatori (o dei clienti) può essere utilizzata in due modi differenti:

  • Modalità fissa: app installata su un dispositivo (PC, smartphone o tablet) all’ingresso del ristorante per segnare tutti i clienti entranti, su un totem fisso;
  • Modalità mobile: app Android o iOS fatta installare direttamente sullo smartphone o tablet del visitatore che, per registrare il suo ingresso, la sua uscita o il suo percorso, dovrà scansionare il suo dispositivo su un QR code posizionato in uno o più punti di passaggio.

Software registro visitatori

Qualora, per le tue esigenze, fossi interessato ad installare l’app registro entrata uscita visitatori su un dispositivo in postazione fissa, ti basterà installare l’hardware scelto su una superficie, e chiedere al tuo cliente di registrarsi.

Nella schermata principale dell’app “Registro Visitatori Smart”, è infatti possibile inserire nuovi clienti o visitatori, così da potergli assegnare un nuovo e univoco QR code. Qualora, invece, l’utente fosse già registrato, puoi tranquillamente limitarti a fargli registrare l’ingresso o l’uscita dal locale.

Nella versione PRO dell’app “Registro Visitatori Smart”, è possibile inserire il marchio della tua azienda o il logo del tuo ristorante.

Potrai optare, in alternativa, per la modalità mobile in questo periodo di pandemia COVID-19, perché molto più igienica della modalità fissa: ogni utente utilizza il suo dispositivo personale, senza toccare altri dispositivi fissi situati nel tuo ristorante.

In questo caso, l’app “Registro Visitatori Smart” non dovrà essere installata su un tuo dispositivo fisso, ma dovrai fornire al tuo cliente o visitatore le istruzioni per scaricarla e installarla dal Play Store o dall’Apple Store.

Per far sì che questo sistema sia davvero efficace, questo deve essere implementato con dei QR code da generare all’interno della dashboard amministrativa del programma.

Il QR code va stampato e posizionato all’ingresso del locale così che ogni utente possa scansionare con il proprio dispositivo il codice all’entrata e all’uscita (qualora fosse necessario).

In quest’ultimo caso dell’utilizzo dell’app in postazione mobile, si limitano di molto i costi aziendali: non dovrai tenere impegnato un tuo dispositivo, né dovrai pagare un tuo dipendente per pulirlo e igienizzarlo regolarmente, ma egli potrà dedicarsi all’accoglienza e potrà gestire al meglio tutte le richieste dei clienti.

In entrambe le modalità, gli amministratori o, meglio, il personale autorizzato a visualizzare le informazioni, tra cui tutti i dati del registro visitatori, possono visualizzare in tempo reale tutti i movimenti dei visitatori o clienti all’interno del locale.

App registro visitatori: recensione

La piattaforma del “Registro Visitatori Smart” consente di esportare facilmente i dati, le statistiche, i movimenti, le entrate e le uscite delle persone dalla piattaforma, in un comodissimo file Excel. Strumento davvero indispensabile per avere un riepilogo completo di tutti i visitatori, giorno per giorno o momento per momento.

Un’altra caratteristica di questa app che abbiamo trovato essere molto interessante, è che l’interfaccia ti consente di modificare tutti i campi obbligatori che il cliente dovrà compilare in occasione della prima registrazione. Potrai aggiungere o eliminare dei campi, a tua discrezione e a seconda di ciò che ti necessita, a livello aziendale.

Ti ricordo, infine, che la versione base del registro visitatori elettronico è gratis!

Questa versione free del Registro Visitatori è sviluppata per registrare fino ad un massimo di 50 persone, ti consente di avere una situazione in tempo reale dei presenti, così da contingentare gli ingressi ed è visibile in multipostazione.

Ciò significa che più amministratori (quelli prima designati) possono accedere al pannello amministrativo in cloud e controllare da diverse postazioni i clienti registrati.

Ad una cifra davvero molto conveniente, puoi anche scegliere di passare alla Versione PRO dell’app “Registro Visitatori Smart”.

Questa versione a pagamento, oltre ad avere tutte le caratteristiche già lette nella versione free, ha molti altri vantaggi, tra cui ti consente di avere sempre ben visibile il logo personalizzato della tua attività, su tutti i dispositivi, sia che tu abbia scelto la modalità fissa o mobile.

Inoltre ti consente di avere accesso alla registrazione di un numero illimitato di clienti, visitatori o utenti nella tua struttura e avrai un’ora di assistenza gratuita inclusa nella tariffa annuale!

Dopo averlo testato, siamo davvero soddisfatti del prodotto perché, a costo zero, ti consente di avere sempre la situazione dei visitatori sotto controllo, ingressi contingentati e di mantenere un registro presenze aggiornato.

Cosa da non sottovalutare in pandemia, in cui le nuove regole e restrizioni impongono in molte regioni il registro visitatori per le varie strutture.

Come ti stai attrezzando per regolare le entrate e le uscite dalla tua struttura e contingentare gli ingressi?

Hai gia provato l’app “Registro Visitatori Smart”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *