mercoledì , 24 Febbraio 2021

Cos’è ClubHouse e come funziona il social network

Oggi andiamo a spiegare che cos’è Clubhouse, il social network audio a cui puoi accedere solo se sei invitato. Come funziona e come posso riceve un invito e per utilizzare e accedere all’app?

I social network sono mezzi che sembrano già consolidati: Twitter, Facebook, Instagram … ma c’è sempre una sorpresa. Da qualche giorno l’applicazione Clubhouse è sulla bocca di tutti. Un nuovo social network che sembra arrivato dal nulla.

I social network hanno iniziato a conquistarci attraverso i testi, sia esso Facebook o Twitter e, successivamente, in un formato visivo come Instagram e TikTok , l’ultima tendenza tra gli utenti più giovani.

Ma concentrandosi sul nuovo social network esclusivo (Clubhouse), è caratterizzato dall’audio. Nessun testo o immagine. Conversazioni tra utenti, a cui è possibile accedere solo se ti invitano. Ovviamente una volta effettuato l’accesso potrai interagire in formato audio con tutti coloro che appartengono a questo social network.

Secondo un esperto tecnologico della Silicon Valley, se si vuole ottenere una combinazione diversa dalle altre, è necessario includere all’interno di quell’applicazione, che ancora non ha nome, i seguenti condimenti: mistero, esclusività, privilegio, investimento e originalità. Tutti questi tag sono presenti in Clubhouse , il social network del momento.

Il social network è stato lanciato lo scorso marzo, ma ora è sulla bocca di tutti perché l’uomo più ricco del mondo, Elon Musk, fondatore di Tesla, lo ha utilizzato per parlare con Vlad Tenev, il CEO di Robinhood (un’altra applicazione, in questo caso di compravendita di azioni).

Come risultato di quella famosa conversazione, le azioni di una società con un nome simile a Clubhouse sono aumentate del 117%, secondo Reuters, anche se in realtà la società Clubhouse Media Group non ha nulla a che fare con il social network.

Che cos’è Clubhouse

Clubhouse è un social network incentrato sull’audio. In questa rete, il testo è relegato alla biografia dell’utente e poco altro, poiché il grande fascino è che gli utenti possono comunicare solo attraverso la voce.

Il sistema è simile a quello di una conferenza. Qualsiasi utente può creare una “stanza” per discutere un argomento o fare una presentazione, in cui può invitare altre persone o lasciare partecipare casualmente. Una volta dentro, il relatore funge anche da moderatore, essendo colui che consente ad altri utenti di intervenire o meno; oltre a poterli espellere.

Come funziona Clubhouse

Ogni nuovo utente riceve due inviti e può accumularne di più a seconda del tempo che concede all’applicazione. Qualcosa come una medaglia da veterano.

Nessuna immagine, oltre alla foto del profilo insieme alla breve biografia, o video. Clubhouse funziona con chat room pubbliche e private a tema. Puoi seguire altri utenti o avere follower e ricevere notifiche dalle stanze che ci interessano.

Tutte le persone che vuoi possono partecipare alla conversazione. Se un utente vuole intervenire, ha la possibilità di “alzare la mano” e il creatore della stanza, che è il moderatore, decide a chi dare la parola. In caso contrario, puoi semplicemente partecipare come ascoltatore. Inoltre, le chat non vengono registrate all’interno dell’applicazione.

Come usare Clubhouse

L’applicazione richiede di avere accesso al controllo del microfono. È possibile richiedere di parlare utilizzando un pulsante di domanda, sebbene alcuni amministratori scelgano di disabilitarlo.

Entrando in una stanza, puoi vedere piccole icone con le foto o gli avatar dei partecipanti. Mentre gli ospiti si trovano sopra, l’amministratore ha un asterisco accanto a lui per indicare che è il creatore. E in fondo compare il resto delle persone che hanno aderito.

Cos’è l’esclusività di Clubhouse e come farsi invitare

Non è una rete a cui chiunque può aderire, ma piuttosto su invito. “Quell’aura di qualcosa di irraggiungibile funziona anche come strategia di marketing in modo che più persone vogliano aderire”.

L’invito viene inviato da qualcuno che è già all’interno dell’app e, finora, ogni utente ha un numero limitato di inviti che si rinnovano completando determinate azioni (come la partecipazione a un numero specifico di stanze).

Al momento è adatto solo agli utenti iPhone e come detto per entrare in questo esclusivo club è necessario un invito da parte di un membro. Il che lo rende doppiamente selettivo.

Se non si dispone di un invito VIP, il nome viene aggiunto a una lista di attesa. D’altra parte, se uno qualsiasi dei contatti dell’utente ha accesso alla rete, viene offerta la possibilità di aggiungere nuovi membri.

Se continua con il suo attuale livello di espansione, è probabile che nei prossimi mesi abiliterà la sua versione di Android e sarà aperta al grande pubblico.

A differenza di Twitter , Facebook , Instagram , Snapchat e LinkedIn, che hanno già coperto il campo di testo, le foto, i video e le reti di lavoro, Clubhouse sfrutta il boom dei podcast per connettere le persone attraverso l’audio.

Quante persone possono partecipare in una stanza 

Può contenere fino a 5.000 utenti in una conversazione.

Quali argomenti non possono essere discussi

Sono consentiti termini colloquiali e persino di cattivo gusto, ma sono vietati messaggi di odio, sessisti o offensivi. Se le regole non vengono seguite, gli utenti possono essere rimproverati e persino espulsi. In effetti, secondo Reuters , l’applicazione avrebbe già dovuto chiudere l’account di un utente. Inoltre, dopo le dieci di sera è vietato parlare di tecnologia e l’atmosfera si trasforma in una sorta di afterwork.

Alcune celebrità che lo usano

Aston Kutcher, Jared Leto, Oprah Winfrey, Kevin Hart, Drake e Tiffany Haddish hanno tutti un account Clubhouse.

È come Zoom o Meet?

“Clubhouse non è un social network per riunioni” sebbene possa essere utilizzato per questo, le persone che hanno avuto accesso a questa applicazione condividono che l’esperienza è simile a quella di una presentazione: “Non ci sono video o chat scritte. Lo paragonano a una conferenza in un auditorium: entri in una stanza, si parla di qualcosa e tu dal pubblico puoi alzare la mano e partecipare dal vivo ”.

Il formato podcast sta vivendo un grande boom, così come gli audiolibri e, a poco a poco, le serie audio. Certamente, un social network basato sulle interazioni audio può funzionare.

Inoltre, secondo i creatori dell’applicazione stessa, stanno attualmente lavorando a un sistema per monetizzare alcuni contenuti (come fanno altre reti come YouTube o Twitch).

Come gestisce l’incitamento all’odio o le molestie

Una delle critiche che viene attribuita a Clubhouse è la capacità limitata dell’applicazione, finora, di evitare atteggiamenti irresponsabili o violenti. I moderatori delle stanze dispongono di motori di ricerca testuale per trovare messaggi offensivi, ma, dopo aver terminato la presentazione, non viene salvato nulla, il che rende difficile ammonire gli utenti.

Inoltre, come riportato dal giornalista del New York Times, Taylor Lorenz, è stata oggetto di molestie in diverse stanze del Clubhouse.

Ci sono stati anche casi di stanze antisemite dove proliferavano insulti verso ebrei o casi in cui l’amministratore di una stanza non era in grado di moderare centinaia di commenti razzisti. La società si è già pronunciata in merito e ha annunciato nuove misure che verranno attuate in futuro , anche se non si hanno notizie di questo.

Autore MaiDireLink

Marco Stella, è un Blogger Freelance, autore su Maidirelink.it, amante del web e di tutto ciò che lo circonda. Nella vita, è un fotografo ed in rete scrive soprattutto guide e tutorial sul mondo Pc windows, Smartphone, Giochi e curiosità dal web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *