Nuovo limite di età per utilizzare WhatsApp in Europa

WhatsApp aumenta l’età minima per i suoi utenti in Europa in anticipo rispetto alle rigide nuove leggi sulla privacy. Ora devi avere almeno 16 anni per utilizzare WhatsApp in Europa.

Nuovo limite di età per utilizzare WhatsApp in Europa

Nelle prossime settimane, Facebook ha annunciato che sta aumentando l’età minima per gli utenti del suo servizio di messaggistica WhatsApp a 16 nella “Regione europea”, che comprende tutti i paesi dell’UE e la Svizzera.

Il cambiamento sta avvenendo a causa delle nuove leggi UE sul regolamento sulla protezione dei dati (GDPR), che entreranno in vigore il prossimo mese. Al fine di proteggere la privacy dei dati dei bambini, il GDPR afferma che coloro che hanno meno di 16 anni non potranno dare il loro consenso al trattamento dei loro dati.

Un messaggio sul suo sito afferma: “Il mese prossimo, l’Unione Europea sta aggiornando le sue leggi sulla privacy per richiedere una maggiore trasparenza sul modo in cui le informazioni delle persone vengono utilizzate online. WhatsApp sta aggiornando i nostri Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy laddove la legge nota come Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) ha effetto.

“Non chiediamo nuovi diritti per raccogliere informazioni personali con questo aggiornamento. Il nostro obiettivo è semplicemente spiegare come utilizziamo e proteggiamo le informazioni limitate che abbiamo su di te. “

WhatsApp chiederà agli utenti europei di confermare che hanno almeno 16 anni quando verrà richiesto di accettare nuovi termini di servizio e una politica sulla privacy fornita dalla nuova WhatsApp Ireland Ltd nelle prossime settimane.

Che i minori di 16 anni si atterranno effettivamente ai nuovi termini di WhatsApp è discutibile in quanto gli utenti potranno presumibilmente ancora mentire sulla loro età. L’età minima per gli utenti di WhatsApp negli Stati Uniti e nella maggior parte degli altri paesi continuerà ad essere 13.

La casa madre Facebook, che ha una politica sui dati separata, sta adottando un approccio diverso per i ragazzi di età compresa tra i 13 e i 15 anni, al fine di rispettare la legge del Regolamento europeo sulla protezione dei dati (GDPR).

Chiede di nominare un genitore o tutore per dare loro il permesso di condividere informazioni su Facebook, altrimenti non sarà possibile utilizzare la versione completa del social network.

Nelle prossime settimane WhatsApp attiverà anche una nuova funzione che darà la possibilità agli utenti vedere quali “dati limitati” raccoglie il servizio di messaggistica, come la marca e il modello del dispositivo utilizzato, i loro contatti e gruppi e tutti i numeri bloccati. 

“Questa funzione verrà distribuita a tutti gli utenti di tutto il mondo sulla versione più recente dell’app”, ha affermato. Il post sul blog punta anche a suggerimenti di sicurezza sul servizio, come la possibilità di bloccare gli utenti indesiderati e di eliminare e segnalare lo spam.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *