giovedì , 25 Aprile 2019

Impostazioni monitor per non affaticare gli occhi

L’affaticamento visivo è un tema ricorrente per chi deve lavorare molto ore davanti a un Pc. in questa guida vedremo quale impostazioni utilizzare per non affaticare troppo i propri occhi.

Come lavorare correttamente davanti a computer o schermi e quindi ridurre al massimo la stanchezza della vista dopo molte ore di lavoro o di gioco?

Fino a tempi relativamente recenti, la televisione era l’unico schermo attraverso il quale conoscevamo il mondo. Chi più, chi meno, ricorda sua madre che lo avvertiva di allontanarsi dalla tv palco non solo per i suoi presunti effetti nefasti sulla mente, ma perché minacciava di lasciarci ciechi. 

loading...

Da allora, il numero di schermi presenti nelle nostre vite, principalmente computer e smartphone, si è moltiplicato inversamente proporzionale alla cura che abbiamo con i nostri occhi.

L’occhio è una macchina straordinaria, può vedere fino a 10 milioni di colori diversi grazie alle piccole celle chiamate “coni”. Ma ci sono colori e fonti che “fanno male” agli occhi, generano mal di testa, aumento della pressione sanguigna e affaticamento degli occhi.

Vi forniremo alcuni consigli su quali colori utilizzare, quale tipo di lettera è quella più comoda per i vostri occhi o quale è la giusta intensità luminosa per il vostro schermo.

Come configurare le impostazioni del monitor pc per non affaticare gli occhi

Colori “difficili”

colori brillanti che vengono spesso utilizzati nei manifesti per attirare la tua attenzione, sono aggressivi per i tuoi occhi. Il giallo, allegro e confortante nei toni chiari, può essere troppo stimolante nelle sue versioni più luminose, influenzando anche l’umore. Diversi studi dimostrano che i bambini piangono di più e le coppie litigano di più nelle stanze gialle.

Il “serif” delle fonti

Alcuni tipi di lettere suppongono uno sforzo “extra” per gli occhi. Anche se Times New Roman è utilizzato, le barre di alla fine di ogni lettera, chiamati “serif” richiedono più tempo per riconoscere le parole, causando affaticamento della vista.

L’Arial e il Verdana, ad esempio, non hanno queste barre, lasciano più spazio tra ogni lettera e sono più facili da leggere da lontano.

Contro l’affaticamento visivo, regola lo schermo

Così come è consigliabile “fare allungamenti” prima di un allenamento, si consiglia di “configurare” le impostazione prima di utilizzare uno schermo del pc o portatile. Come si può fare?

Regola la luminosità. Guarda lo sfondo bianco dello schermo: se lo percepisci come una fonte di luce, è troppo luminoso, se lo vedi un po’ grigio, è troppo scuro. Idealmente, regolare la luminosità dello schermo per essere approssimativamente uguale a quella dell’area di lavoro.

Regola le dimensioni e il contrasto del testo. Il testo deve essere tre volte più grande della dimensione minima che puoi leggere a una distanza compresa tra 20 e 30 cm. Al contrario, il colore nero su uno sfondo bianco è la migliore combinazione per una lettura confortevole.

Aumentare le dimensioni del testo nelle pagine internet. Alcuni siti hanno questa opzione, solitamente indicata in alto, attraverso tre diversi “A” maiuscoli. Se non presente, prova a cambiare le impostazioni del browser.

Aumentare la frequenza di aggiornamento del monitor. 

60 Hz non è abbastanza. Prova a impostarlo su 75 Hz, o più se il tuo monitor lo supporta. Aumenta la risoluzione (da 800×600 o  1024×768 a 1280×1024).

Pulisci lo schermo 

Polvere e altra sporcizia presente sul monitor diminuiscono la luminosità del monitor e fanno apparire le lettere confuse. Una corretta igiene è fondamentale per evitare di affaticare la vista.

Evita i riflessi sullo schermo

Il monitor non dovrebbe mai ricevere altre luci che lo colpiscono; Di solito, la luce naturale è la più appropriata, purché non sia troppo intensa. Inoltre, evitare monitor con finitura lucida altamente riflettente; Anche se in mostra sembrano più belli, a lungo termine saranno più dannosi per i tuoi occhi.

Impostazioni monitor per non affaticare gli occhi
5 (100%) 1 voti
loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *