mercoledì , 19 dicembre 2018

I migliori giochi horror per PC

Paura, terrore, splatter e fantasmi: ecco una lista aggiornata dei migliori giochi horror che puoi giocare sul tuo PC nel 2018.

Alla ricerca di spettri? Sia che tu abbia paura dello spavento improvviso, narrativa interattiva, storie tematiche interessanti o solo uomini di grossa taglia che ti inseguono con una motosega, abbiamo riempito questa lista con un’ampia varietà di giochi che, si spera, ti faranno impazzire.

Come le nostre liste dei migliori giochi di strategia o i migliori giochi FPS, abbiamo cercato di concentrarci su una varietà di esperienze horror che ancora oggi funzionano bene, anche se abbiamo ampliato leggermente l’elenco per includere anche alcuni curiosità retrò.

Resident Evil 7

Ciò che inizia come un reboot audace e spaventoso si avvicina di certo alle voci più recenti orientate all’azione nei suoi capitoli successivi, ma esplorare la sporca piantagione della famiglia Baker in Resident Evil 7 è una cosa orribile. Il dettaglio di questa ambientazione è sorprendente, e nella prima metà del gioco, c’è un tale senso di incognita che stai cautamente cercando in ogni angolo e trattando i proiettili come se fossero d’oro. Le videocassette di Resi 7, che hai suonato fuori dal contesto, oltre a dare più luce alla famiglia Baker e alla storia, offrono i momenti migliori e più sperimentali del gioco. 

Inside

Un platform inesorabilmente cupo che ti catapulta in un guazzafeste di immagini infernali: sirene inquietanti, robot della sicurezza, persone che ti danno la caccia, maltempo e altro che non rovineremo qui. La visione di Inside di un crudele mondo distopico che è pronto a ucciderti in ogni momento è straordinario, anche se il platforming moment-to-moment è abbastanza familiare e può essere frustrante. Lo stai principalmente suonando per sperimentare l’ambientazione, davvero.

Vedi anche Little Nightmares, un tipo simile di platform horror che non è così spaventoso ma è probabilmente altrettanto inventivo. 

Stories Untold

In questo gioco di antologia, gestisci un computer all’interno del gioco: prima gioca un vecchio gioco di avventura di testo horror ambientato in una casa spettrale, e successivamente esegui interazioni simili in altre posizioni, tra cui un laboratorio e una stazione in condizioni di congelamento. 

Il modo in cui questi episodi si collegano insieme è il mistero generale del gioco, ma è il modo in cui l’ambiente circostante cambia con le battute della storia che ti colpiranno. Stories Untold è co-sviluppato da Alien: il genio dell’isolamento UI Jon McKellan, e un sacco di quel DNA è presente qui. Inoltre, ci vorranno solo poche ore per battere, ed è un $ 10 molto ragionevole su Steam.

Outlast 2

Come un gioco stealth trial-ed-error, Outlast 2 potrebbe non essere adatto a tutti, ma tematicamente è tra i giochi più interessanti di questo elenco. Giocando come giornalista alla ricerca di una donna scomparsa in Arizona, tua moglie viene poi rapita da un culto squilibrato, le cui origini vengono raccontate attraverso frammenti di lettere durante il gioco. Navighi in ambienti oscuri usando la modalità di visione notturna della tua fotocamera, ed è solo spaventoso come diamine, con un intero villaggio che ti vuole morto e alcune delle immagini più estenuanti mai messe in gioco. 

System Shock 2

Prima che BioShock fosse BioShock, era System Shock: una combinazione del tutto inedita di RPG e FPS, e uno che nella sua seconda (e migliore) iterazione raccontava la storia di una IA rogue su una astronave infestata – quell’AI rogue che era l’incomparabilmente maiuscolo SHODAN . La coscienza artificiale omicida ha spianato la strada a GlaDOS, naturalmente, ma è la combinazione di un significativo avanzamento del personaggio, di un’esplorazione gratificante, di nemici raccapriccianti e (al tempo) l’uso innovativo di diari audio che rendono System Shock 2 un gioco horror memorabile. Era essenzialmente Deus Ex su una navicella spaziale: se hai mai giocato a Deus Ex, o sei stato su una navicella spaziale, puoi immaginare quanto suoni deliziosi.

IMSCARED

Non lasciatevi scoraggiare dalla piuttosto noiosa slogan “A Pixelated Nightmare” di IMSCARED: è facilmente uno dei giochi più inquietanti oggi disponibili. Ma è anche difficile da lanciare, perché gran parte del suo terrore risiede nelle sorprese che non dovrebbero essere rovinate da una magra raccomandazione di 150 parole. Sappiate che prende in prestito dai giochi horror degli anni ’90 attraverso il suo trucco estetico e da graffio sulla quarta parete, che crea problemi di file; e che si sforza costantemente di sorprendere e mantenere i giocatori indovinando. Capisci che giocherà con le tue emozioni e ti lascerà cadere in un mondo confuso e confuso mentre incessantemente ti spinge fino al suo ultimo respiro. Non aspettarti di spaventarti, ma aspettati di essere abbastanza spaventato da saltare dalla sedia. La versione 2012 di GameJolt di IMSCARED è gratuito, mentre la versione completa ed estesa è economica su Steam.

Thumper

Un incubo di azione ritmica in cui si suona un coleottero d’argento che sfreccia su una pista nella bocca di un’enorme testa del capo demente. La morte arriva rapidamente. Neanche un paio di giri e sei precipitato in un milione di pezzi scintillanti contro i banchi di metallo dei corsi. Un battito nello sguardo dei robot delle guardie a forma di anello e loro si lanciano verso di te, i laser infuocati. Nel frattempo la colonna sonora ambientale pulsa a disagio e i ritmi diventano più veloci e più irregolari. L’effetto è uno di terrore teso e compresso. Probabilmente è meglio giocare a Thumper solo con delle pause. 

Silent Hill 2

Siamo tutti d’accordo sul fatto che Silent Hill 2 è il migliore della serie, e anche se Konami non ha mai fatto un grosso sforzo con le versioni PC, se si prendono in considerazione mod e texture / risoluzione, questo è probabilmente il modo migliore per giocarci, anche se i prezzi per le copie (estremamente rare) al dettaglio possono essere piuttosto estorsivi. 

È stato il primo gioco a spingere davvero l’idea delle narrative dell’orrore come cose soggettive, fluide e inaffidabili, con una storia che invita all’interpretazione e una città semi-senziente che si deforma e si sposta per adattarsi alla psiche danneggiata dei suoi abitanti. La confusionaria assurdità di culto del primo e del terzo gioco fu spinto al rovescio della medaglia per la storia più personale di un vedovo psicologicamente danneggiato che si faceva strada attraverso un purgatorio nebbioso popolato da zombi, cose da cane e qualunque cosa fosse l’inferno.

Sylvio

Mentre Silent Hill e Fatal Frame si affidano alle radio per avvisare i giocatori di avversari ultraterreni, Sylvio utilizza il suono, l’EVP (fenomeno della voce elettronica) e la manipolazione dell’audio come idee centrali. Non solo, il gioco costruisce tutto il suo mondo incredibilmente inquietante attorno a questo tema principale mentre i giocatori si sforzano di scoprire retroscena, bizzarri colpi di scena e intuizioni nel suo sconvolgente sconosciuto – il tutto supportato da una voce doppiaggio stellare. Questo horror generico in prima persona non lo è, e anche se occasionalmente obbliga noiosi pezzi di combattimento ai giocatori, prospera nei suoi momenti eccentrici, idiosincratici pieni di atmosfera, carattere e terrore. Sylvio è un gioco di pensiero ed è unico nel genere horror. 

Anchorhead

I giochi horror devono un debito significativo a HP Lovecraft, e non solo perché è da tempo morto e il suo lavoro è al riparo dai diritti d’autore. Un sacco di giochi (troppi, davvero) hanno incluso riferimenti al suo marchio di horror cosmico, ma Anchorhead è più ispirato della maggior parte, traendo ispirazione da molti dei suoi romanzi e storie per raccontare la storia di una coppia sposata che ha ereditato una vecchia villa in una terrificante città del New England.

 L’esplorazione pacata dei segmenti di apertura del gioco alla fine cede il passo a rompicapo tesi, limitati a turno mentre si lotta per fermare un antico, possibilmente rituale che termina al mondo dopo essere stato completato. Nessuna pressione quindi. È gratuito e puoi giocare sul tuo browser .

Amnesia: The Dark Descent

Amnesia: The Dark Descent ti fa giocare nei panni di Daniel, un amnesiaco che si sveglia in un castello per lo più deserto che deve essere esplorato in cerca di una fuga. L’attrito si basa su tutta la loro esperienza nella creazione di orrore esplorativo e atmosferico nella serie di Penumbra per riempire la fortezza di Amnesia con un senso di oppressione e persistente senso di presagio. 

Aspettatevi rumori di eco lontani, strani rumori dietro le pareti e iniziare a vedere figure scure semiforme nell’ambigua luce delle candele. C’è anche un mostro che ti insegue attraverso i corridoi. La perenne regola delle creature horror – che sono meno spaventose una volta che le hai viste e comprese – si applica certamente qui, ma Dark Descent è ancora un gioco horror assolutamente da giocare.

Dark Souls

Dark Souls è una lotta solitaria e estenuante attraverso un mondo sul punto di estinguersi. Lordran è un posto triste e orribile. Prendi scorci della vecchia gloria degli dei, ma per lo più ti stai confrontando con le conseguenze dei loro terribili errori, che si tratti dell’incubo del Letto del Caos o delle Rovine dei Demoni. La grafica per la versione PC è scarsa, ma la maggior parte delle sue carenze visive è stata risolta dalla comunità di modding. Inizia con DS Fix e scegli e scegli il Dark Souls Nexus per dare forma al gioco.

Dead Space

Dead Space, i mostri alieni allampanati sono degni di nota non solo per la loro capacità di adattarsi a minuscoli armadi e saltare fuori ai protagonisti di passaggio, ma per la soddisfacente fragilità delle loro membra strette e ossute.

L’alto concetto di Dead Space, nel primo gioco, era che tu sei un semplice ingegnere che si occupa di una nave rotta, piuttosto che un marine spaziale pieno di carne con delle minigonne che escono dal suo petto. Ancora meglio, gli strumenti di taglio e fustellatura con cui il tuo ingegnere è così allenato finiscono per essere più gratificanti delle tradizionali mitragliatrici e fucili a pompa del tuo tipico FPS. 

Preoccupantemente, i nemici reagiscono in modo diverso quando si tagliano alcuni arti: un colpo alla testa potrebbe solo renderli più pazzi. Oh, c’è una trama pazzesca su un obelisco alieno che manda la gente fuori di testa, un culto dello spazio e altre sciocchezze. Non preoccuparti troppo di quello, lo stalking room to room è super-teso nonostante la storia leggera. Dead Space classico pezzo di design horror lineare che ancora regge.

Stalker: Call of Pripyat

Il povero Pripyat non riesce a prendersi una pausa. Nella vita reale è stato abbandonato dal disastro nucleare di Chernobyl. In Stalker, subisce anche l’umiliazione di anomalie corrotte e mostri invisibili. L’intera serie si è concentrata su una lotta dura e disperata per la sopravvivenza. Potresti cercare preziose anomalie e tesori, ma prima devi assicurarti le basi: cibo, bende e armi. Occasionalmente ti godrai la compagnia di altri viaggiatori intorno a un falò, ma per la maggior parte la tua esplorazione del mondo aperto si sentirà oppressiva e solitaria. 

Call of Pripyat è il gioco migliore e tecnicamente più competente della serie, ma anche l’originale Shadow of Chernobyl vale la pena dare un’occhiata. Da non perdere anche lo Stalker: Lost Alpha-Director’s Cut . 

The Walking Dead

Qualcuno ha ancora paura degli zombi? Certo, sono inquietanti – c’è qualcosa di intrinsecamente inquietante su un sacco vuoto di carne umana – ma quand’è l’ultima volta che hai sentito una paura viscerale e straziante in presenza dell’orda? 

Sangue, viscere e sottosuperficie realistica scintillano proprio non lo fanno più. The Walking Dead di Telltale rinuncia alla lezione di anatomia per qualcosa di più straziante. Gli omonimi morti sono comparse in uno squallido dramma umano, un comodo dispositivo di trama per provocare la caduta della società e guardare cosa succede quando le persone si rompono. Quelle persone, tutti personaggi ben scritti e interessanti, creano una storia dell’orrore più immediata e credibile.

Harvester

Phantasmagoria è l’avventura horror più infame del genere interattivo, ma questo è solo perché quasi nessuno ha giocato l’infinitamente cruento, infinitamente più inquietante Harvester. Ti svegli con l’amnesia in una città degli anni ’50 incasinata, dove le madri staccano i bulbi oculari dei loro bambini, gli insegnanti locali si occupano della disciplina con una mazza da baseball alla Gein Memorial High School, e nessuno batta un occhio alla donna delle vespe lungo la strada. Tutto quello che sai è che, a meno che non ti unisci alla misteriosa Loggia nel mezzo della città, non durerai la settimana, una che termina in una pulsione di sangue involontaria in cui l’infermiera usa una falce.

Pathologic

Pathologic è brutto e rotto. Si siederà sul tuo disco rigido come un arto cancrenico, bisognoso di amputazione. Se questo suona come una critica, non lo è. Oltre all’atmosfera sporca e putrida, Pathologic è anche bizzarro e teatrale, rompendo spesso il quarto muro e mettendo in discussione il tuo ruolo di giocatore. Scegli uno dei tre personaggi, ognuno con il proprio passato misterioso. 

Successivamente, le figure mascherate spiegano le regole del gioco: che hai dodici giorni per curare la città della sua malattia, e che il tempo progredirà indipendentemente dalle tue azioni. Mentre scivola, dovrai scegliere saggiamente i tuoi obiettivi, raccogliere risorse e aiutare i personaggi nella speranza di rallentare l’inesorabile decadimento. Qualunque sia la tua scelta, la città continua a marcire e il gioco si evolve verso la sua orribile conclusione.

Viene aggiornato ed espanso, in Pathologic 2, ma puoi anche prendere l’edizione HD dell’originale su Steam. 

Condemned: Criminal Origins

La serie Silent Hill fa bene i manichini inquietanti, ma neanche lontanamente così come Condemned: Criminal Origins. La premessa è piuttosto semplice: c’è un serial killer a piede libero, sei un investigatore della scena del crimine, e la gente si aspetta che tu lo catturi. La cosa meno ovvia è la rapidità con cui l’agente Ethan Thomas prende l’omicidio a sangue freddo, anche considerando che l’intera popolazione di Metro City sembra averlo per lui. 

Cionondimeno, mentre Condemned: Criminal Origins offre al frontman Thomas una serie di armi da fuoco, sembra abbastanza felice da fare controllare la sua folla tramite armi da mischia, ognuna delle quali ha il suo distinto feeling nel combattimento ravvicinato. Con questo, Condemned raramente tira pugni: sa cosa è ed è felice di farlo dall’inizio alla fine. Adesso ha circa dieci anni, ma oggi regge bene. 

The Evil Within

I motivi per essere interessati a questo survival horror possono essere riassunti in due sole parole: Shinji Mikami, il designer responsabile di Resident Evil (i bravi), God Hand e Vanquish, i secondi dei quali non hanno mai dato un pugno e hanno potenziato i loro razzi. modo per PC. The Evil Within è il suo grande ritorno all’orrore. 

Aspettatevi di trascorrere un bel po ‘di tempo nascondendo gli psicopatici che brandiscono la motosega, sparando e bruciando pesanti zombi simili a trappole. E un follow-up è in arrivo, con percorsi multipli attraverso livelli e una storia che è un po ‘Silent Hill 2-esque. 

Soma

Frictional Games è già apparso in questa retata, e questo perché più e più volte hanno dimostrato di conoscere l’orrore – prima nei giochi di Penumbra, e poi di nuovo in Amnesia. Soma è il loro ultimo spavento in prima persona, pieno di raccapriccianti esperimenti, di computer-cose lampeggianti più striscianti e di scambi che mettono in discussione la natura dell’umanità e della coscienza. Ci sono anche mostri inquietanti, anche se puoi disattivarli con un mod di Steam Workshop, se lo desideri. 

Metro 2033

Simile a Stalker descritto in precedenza in questa lista, Metro 2033 visita un mondo post-apocalittico, devastato dalla guerra nucleare che è pieno di abominazioni mutanti, la maggior parte delle quali cerca di farti del male. Qui, l’anno è il 2033, 20 anni dopo che la Russia cadde vittima della guerra nucleare. La superficie di Mosca è ora troppo pericolosa per essere esplorata, quindi gran parte del gioco si svolge all’interno del suo intricato sistema di metropolitana e un gruppo ostile chiamato Darkes insegue il giocatore ei suoi amici. Certo, Metro 2033, come Stalker, si spinge verso il genere d’azione, ma mentre gran parte del suo fattore spaventoso è legato all’esaurimento di rifornimenti e / o munizioni, c’è qualcosa di davvero sconvolgente riguardo alla sua premessa di guerra post-nucleare – forse perché questo tipo di lo scenario potrebbesuccede, diventa più spaventoso? Forse è semplicemente il fatto che gli Oscuri sono terribilmente terrificanti.

Slender

La minaccia sottile e adatta conosciuta come Slenderman ha iniziato la sua vita come meme del forum, ed è rapidamente diventata una serie horror. Il suo schtick è semplice, ma abbastanza terrificante. Se lo guardi direttamente, ti divora, ma quando distogli lo sguardo può spostarsi istantaneamente nel tentativo di ingannare il tuo sguardo. Devi raccogliere otto note da una foresta oscura mentre il demone ti dà la caccia. 

La versione scaricabile gratuitamente, Le otto pagine, ha ispirato una vasta gamma di video di YouTube Let’s Play, perché risulta quasi altrettanto divertente osservare il potente terrore psicologico di Slender inflitto agli altri quanto lo è sopportare da solo. La sua popolarità ha incoraggiato gli studios Blue Isle e le produzioni Parsec per creare una versione più carina chiamata Slender: The Arrival, disponibile per $ 10 in Vaporee ha il supporto di Oculus Rift per il terrore VR.

Alien: Isolation

Il miglior gioco alieno di sempre, Alien: Isolation è il protagonista del nemico più intelligente e spaventoso di qualsiasi gioco. L’istinto killer dello Xenomorph è pari solo alla sua curiosità. Impara di più sugli angoli e le fessure di Sebastopoli mentre ti insegue per 12 ore, strappando le porte dagli armadi e sbirciando sotto i tavoli in cerca di preda. 

Il motion tracker può aiutarti a evitare la sua presa, ma può percepire il suono e persino la luce verde delicata del suo schermo, rendendo ogni sguardo un rischio. Quando il gioco ti costringe nelle prese d’aria e puoi sentire la creatura lì dentro con te, l’isolamento diventa uno dei giochi più spaventosi mai creati.

Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth

Il mito di Cthulhu di Lovecraft dovrebbe essere un parco giochi maturo per spaventare i giochi. Raramente funziona così; la finzione spesso viene usata in modi che non riescono a trasmettere la vastità del suo antico e folle orrore. Nonostante gli insetti e il clunkiness, Call of Cthulhu: Dark Corners of the Earth è un survival horror in prima persona che rimane fedele alla sua fonte e fornisce una moltitudine di idee attraverso i suoi numerosi e vari livelli. Passerai dalla fuga ad un assassinio, alla cacciata dai cultisti, alla lotta contro Shoggoths e Deep Ones.

FEAR

FEAR è uno sparatutto migliore di un gioco horror, ma è degno di nota per aver fatto riferimento al cinema asiatico con il suo inquietante cattivo, Alma, una ragazzina che può strappare le persone con i suoi pensieri. La paura ha anche sfruttato la prospettiva in prima persona per creare salti mortali, usando scale e corridoi stretti per incanalare la vista del giocatore attraverso montagne russe di spaventi. Prendi scorci di Alma nell’angolo di una stanza mentre le lampadine si infrangono, vedrai i suoi piedi in cima a una scala mentre scendi, e c’è un corridoio gratuito di sangue, perché The Shining merita un cenno ogni tanto . 

Le tecniche horror in prima persona sono state perfezionate in un’esperienza horror più concentrata da giochi come Outlast, ma la paura ti permette di inchiodare i soldati clone alle pareti con una pistola da palo, e prendili a calci in faccia al rallentatore mentre urlano “FUUUUUUU” in un’espressione di terrore di tono basso e impacciato. I temi psicologici dell’orrore persistevano nei sequel di FEAR: FEAR 2: Project Origin e FEAR 3.

Resident Evil HD Remaster

I controlli da carro armato e gli sfondi pre-cotti suggeriscono l’età di Resident Evil, ma è comunque un survival horror classico, e ha ricevuto un bel upgrade in HD nei primi mesi del 2015. La famosa residenza Resi gocciola di atmosfera e nasconde alcuni spaventi -Quando i corvi si schiantano attraverso una finestra, rende ogni viaggio futuro lungo quel corridoio particolarmente difficile. I ragni giganti sono orribili e la minaccia incessante della popolazione di zombi della villa macina il tuo spirito e la tua barra della salute. Presto sarai un quadro zoppicante di dolore e rimpianto, cercando l’oggetto ottagonale di cui hai bisogno per andare nella casella ottagonale. Che incubo.

Lone Survivor

Un’avventura horror in 2D poco apprezzata, Lone Survivor è un racconto nebbioso e criptico che attinge da classici come Silent Hill e Twin Peaks e offre un ronzio costante di terrore a basso profilo e una svolta meritata. Le linee di scansione tremolanti e il testo difficile da leggere sono un po ‘difficili per gli occhi, ma vale la pena adattarsi ai pixel ingorghi per il payoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *