Come installare, utilizzare e aggiornare Kodi

In questo articolo vedremo come installare Kodi su quasi tutte le principali piattaforme, tra cui Windows PC, macOS, Android, iOS, Amazon Fire TV Stick, ecc.

Kodi è una soluzione versatile e open source per lo streaming multimediale, disponibile su una vasta gamma di piattaforme. Come successore di Xbox Media Center (XBMC), Kodi è uno strumento efficace per organizzare e riprodurre i tuoi contenuti video preferiti.

Come molti software open source, Kodi viene fornito con un sacco di documentazione e ampio supporto della comunità, ma può ancora essere un pò complicato configurarlo e capire come usarlo realmente. La nostra guida spiegherà le basi, inclusi installazione, aggiornamenti, librerie, componenti aggiuntivi e personalizzazioni.

loading...

Prima di tutto, dobbiamo chiarire alcune idee sbagliate sul software. Innanzitutto, il software ufficiale Kodi è perfettamente legale. Tuttavia, poiché il software è open source, alcune persone senza scrupoli possono usarlo per scopi dannosi. Ad esempio, alcune persone installano versioni modificate di Kodi su hardware di terze parti, con contenuti illegali attraverso componenti aggiuntivi di terze parti non ufficiali.

Kodi non include alcun contenuto; aggiungi file che ti appartengono legalmente o ti colleghi a un plug-in che ospita contenuti legali. Kodi adotta una linea dura riguardo alla pirateria, affermando che “il fatto di vedere o ascoltare contenuti illegali o piratati che altrimenti dovrebbero essere pagati non ha il supporto o l’approvazione del Team Kodi”. 

Pertanto, l’implementazione di Kodi dipende dal contenuto fornito. Ad esempio, è possibile utilizzare Kodi come spina dorsale del software di un sistema di altoparlanti per la propria libreria musicale o in una configurazione PC home theater (HTPC) per la raccolta di DVD e Blu-ray.

Come installare Kodi

A seconda del tuo dispositivo, l’installazione di Kodi può essere un’attività semplice o complicata. Ad ogni modo, inizia dalla pagina di download di Kodi; Qui, Kodi elenca tutte le piattaforme con cui è compatibile, che al momento della pubblicazione sono: Windows, Linux, macOS, Android, Raspberry Pi (RPi) e iOS. Kodi è disponibile anche su Xbox One, ma è stato segnalato che quella versione dell’applicazione è ancora un po’ imperfetta.

Fare clic su uno dei loghi della piattaforma per vedere i file di installazione disponibili: Scarica Kodi

Installare Kodi su Windows e MacOS

le installazioni di Windows e MacOS sono molto semplificate. Per quanto riguarda Windows, Kodi offre due opzioni: un download da Microsoft Store (erroneamente etichettato sul sito Kodi come Windows Store) o un programma di installazione a 32 bit disponibile dalla pagina di download di Kodi collegata a quella precedente.

Per macOS, la tua scelta è semplice; L’unica opzione è un programma di installazione a 64 bit dalla pagina di download di Kodi. Una volta completato il download del file, segui le istruzioni di installazione fino alla fine.

Installare Kodi su Linux

Per Linux, è sufficiente aprire un terminale o una finestra SSH e digitare i seguenti comandi, una riga alla volta:

sudo apt-get install software-properties-common

sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc/ppa

sudo apt-get update

sudo apt-get install kodi

Installare Kodi su iOS

Il modo più semplice per installare Kodi sul tuo iPhone o iPad senza jailbreak è utilizzare Cydia Impactor, un’applicazione popolare disponibile per macOS e Windows che consente agli utenti iOS di installare applicazioni non App Store sui propri dispositivi iOS. Dovrai scaricare Cydia Impactor e l’ ultimo file Kodi.IPA.

(Kodi non ospita questo file sul tuo sito, quindi dovrai ottenerlo da un sito di download di terze parti. Il link sopra funziona al momento della scrittura, ma tendono a scomparire di tanto in tanto; se scompare, cerca in Google ‘kodi ipa download di file‘ e troverai quello che ti serve. E facci sapere, così possiamo aggiornare il link!)

Va inoltre notato che l’attuale versione di Kodi non è un’applicazione a 64 bit e, pertanto, non è compatibile con iOS 11, quindi questo è per iOS 10 e utenti precedenti.

Collega il tuo iPhone o iPad al tuo PC o Mac. Se iTunes si apre automaticamente quando colleghi il tuo dispositivo iOS, assicurati di chiuderlo prima di proseguire. Quindi, apri Cydia Impactor e trascina il file Kodi IPA precedentemente scaricato nell’applicazione. Assicurati che il tuo dispositivo iOS sia selezionato nel menu a discesa e fai clic su Avvia.

Cydia Impactor ti chiederà un nome utente ID Apple. È verificato con Apple e viene utilizzato solo per firmare il file IPA, ma è possibile utilizzare un ID Apple alternativo se la privacy è un problema.

Una volta installata l’applicazione, vai su Impostazioni> Generali> Profili e gestione dei dispositivi (questo può variare leggermente a seconda della versione di iOS), trova il profilo con il tuo ID Apple e aprilo.

Infine, tocca il pulsante Trust per “fidarti” della nuova applicazione Kodi sul tuo iPhone o iPad. Ora puoi aprire l’applicazione e godere dei numerosi vantaggi disponibili per gli utenti di Kodi.

Installare Kodi su Android

Su Android, il modo più semplice per installare Kodi è direttamente dal Google Play Store. Se per qualche motivo non funziona, puoi anche scaricare uno qualsiasi dei pacchetti di installazione basati su ARM sul tuo dispositivo. I dispositivi più recenti dovrebbero optare per l’opzione ARMV8A (64 bit).

Per installare Kodi, abilita semplicemente le installazioni da fonti sconosciute (per Android 8.1, vai su S ettings> App e notifiche> Accesso app speciale> Installa app sconosciute). Vai alla pagina di download di Kodi utilizzando una delle applicazioni, quindi scarica e installa il pacchetto.

Installare Kodi su Raspberry Pi

Il modo più semplice per avviare Kodi su Raspberry è attraverso una distribuzione Linux progettata appositamente per eseguire Kodi. Il sito ufficiale di Kodi menziona alcune opzioni, tra cui LibreELEC, il “sistema operativo minimo per Kodi”. 

Per installare questa distribuzione, è sufficiente scaricare lo strumento LibreELEC USB-SD Creator (disponibile su Windows, MacOS o Linux) e scegliere l’immagine corretta per la generazione di Raspberry Pi. Quindi, seleziona la scheda SD rimovibile che desideri utilizzare con il tuo RPi come destinazione.

Sebbene l’immagine di LibreELEC richieda solo 2 GB di spazio libero, si consiglia almeno 4 GB, quindi si dispone di spazio per tutto ciò che si desidera archiviare localmente. Una volta terminato il processo di installazione, collega semplicemente la scheda al tuo RPi, collega il RPi a uno schermo e accendilo.

Come utilizzare Kodi

Una volta installato Kodi, è tempo di aggiungere alcuni file. Abbiamo testato con le versioni Windows e Android di Kodi, ma tutte le opzioni e le procedure devono essere identiche su tutte le piattaforme, purché si installi la versione ufficiale di Kodi. 

Dobbiamo ribadire che Kodi non fornisce alcun contenuto. Pertanto, è necessario aggiungere il contenuto da soli. Sul lato sinistro dell’applicazione, vedrai una vasta gamma di categorie di contenuti, tra cui film, programmi TV, musica e immagini. Queste categorie funzionano con qualsiasi file locale o remoto, quindi tutto ciò che devi fare è aggiungere una fonte. Fare clic sulla sezione Video, ad esempio, quindi fare clic sul pulsante Aggiungi video. Ogni sezione di contenuto funziona in questo modo. Nella finestra pop-up, selezionare i file da qualsiasi cartella sul computer o da un’unità esterna (locale o di rete). Una volta aggiunti i file, Kodi indicizzerà tutto e riempirà le rispettive sezioni con i tuoi file.

Alcune delle altre categorie di questo menu, come TV e radio, richiedono un videoregistratore personale. La configurazione di questa connessione può essere complessa e ti consigliamo di visitare la pagina FAQ di Kodi se hai davvero intenzione di utilizzare questa funzionalità. In breve, il software PVR converte il segnale del cavo in qualcosa che Kodi può elaborare. Se usi un’antenna per guardare la TV, puoi installare un sintonizzatore PCI o un ricevitore per il tuo computer o laptop. Gli utenti via cavo (specialmente negli Stati Uniti) potrebbero avere maggiori difficoltà, poiché i provider spesso crittografano il segnale. In tal caso, è necessario acquistare un sintonizzatore TV compatibile con CableCARD e collegarlo al PC tramite Ethernet. In questo scenario, le società via cavo devono andare fisicamente a casa per installare e attivare CableCARD.

Installazione dei plugin di Kodi

supplementi di Kodi variano ampiamente nella loro utilità. Alcuni più tecnici aggiungono supporto per numerosi codec audio o software back-end per PVR . Altri influiscono su più elementi visivi, come salvaschermi o visualizzazioni di riproduzione. Il modo migliore per scoprire componenti aggiuntivi utili è passare un po’ di tempo a sfogliare i cataloghi

Ti consigliamo di iniziare nella sezione dei componenti aggiuntivi video, poiché questa sezione include alcune applicazioni riconoscibili come Plex, Twitch e Vimeo. Indipendentemente da ciò che scegli, l’installazione di componenti aggiuntivi è un processo semplice. Basta selezionare la sezione dei componenti aggiuntivi nel menu principale dei contenuti e attivare l’estensione del browser dei componenti aggiuntivi. Le categorie di componenti aggiuntivi includono: Look and Feel , menu Meteo e contesto , oltre a quelli creati per integrare le principali categorie di contenuti.

Una volta trovato quello che ti interessa, vai avanti e premi il pulsante di installazione. Tutti i componenti aggiuntivi che scarichi sono completamente utilizzabili pochi secondi dopo averlo fatto. Alcuni potrebbero richiedere una configurazione aggiuntiva, ma è possibile accedere facilmente a queste impostazioni tramite la sezione I miei componenti aggiuntivi dell’interfaccia. 

Qui è possibile avviare, configurare, aggiornare, disattivare o disinstallare qualsiasi componente aggiuntivo. Ad esempio, per il plug-in di Google Drive che abbiamo scaricato, che consente lo streaming di contenuti multimediali dalla posizione di archiviazione nel cloud, abbiamo dovuto accedere all’account personale di Google Drive.

Kodi rende i componenti aggiuntivi facilmente accessibili dalle relative sezioni dell’interfaccia, oltre a questo repository. Ad esempio, se accedi alla sezione del menu Contenuto immagine, Kodi ti mostrerà tutti i componenti aggiuntivi correlati che hai installato. Nel nostro caso, Kodi ha elencato i componenti aggiuntivi di Google Drive, Flickr e XKCD.

Personalizzazione dell’installazione di Kodi

Il modo più semplice per personalizzare l’aspetto di Kodi è cambiare il tema. Vai su Impostazioni> Interfaccia> Skin . Kodi è preinstallato con due skin predefinite, Estuary (impostazione predefinita) ed Estouchy (compatibile con touchscreen). Fai clic sul pulsante Ottieni altro a destra per aggiungere altri aspetti, ma tieni presente che non tutti gli aspetti sono compatibili con tutte le interfacce e le funzioni. Ad esempio, alcuni sono adatti solo per dispositivi touchscreen e altri non funzionano con la funzionalità PVR sopra descritta.

Una volta deciso un tema generale, vai alla voce di menu Impostazioni skin per personalizzarne l’aspetto. Puoi selezionare quali elementi compaiono nel menu principale del contenuto e abilitare o disabilitare altri elementi e animazioni. Kodi ti consente anche di aggiornare varie icone in tutta l’applicazione, come le anteprime di generi musicali (Kodi si riferisce a questi set come Fanart) o cambia lo sfondo dell’applicazione.

Gli utenti possono anche personalizzare il funzionamento di Kodi, ad esempio, scegliendo la home page. Se usi Kodi specificamente per alimentare una configurazione HTPC, ha senso impostare le sezioni di contenuto di Film o Programmi TV come predefinite. È inoltre possibile configurare uno screen saver per quando non si utilizzano le impostazioni. Le opzioni predefinite sono un po ‘noiose (oscurano lo schermo o sfumano in nero), ma sono disponibili anche altre visivamente più accattivanti, come quella che mostra le foto della settimana di Bing o scorre diversi feed di Instagram, ad esempio.

Kodi mostra anche informazioni utili. Puoi configurare le informazioni sulle previsioni del tempo nel menu principale dei contenuti con una serie di servizi diversi, come Weather Underground e Yahoo Weather , e aggiungerle permanentemente al menu principale. Sebbene non sia personalizzabile, la scheda Informazioni di sistema è un buon posto dove andare se è necessario raccogliere informazioni sull’hardware o sulla rete sul dispositivo o vedere rapidamente quanto spazio di archiviazione è rimasto.

Come aggiornare facilmente Kodi su tutti i tuoi dispositivi

Kodi oltre ad essere gratuito, in quanto open source, migliora continuamente grazie alle patch di sicurezza e alle modifiche di numerosi programmatori. Naturalmente, per non perdere nessuna novità, ti insegniamo passo dopo passo come aggiornare Kodi su tutti i tuoi dispositivi. Vedrai che è un compito estremamente semplice.

Come aggiornare Kodi su Windows

Oltre al metodo tradizionale, che consiste nell’installare una nuova versione di Kodi sull’installazione esistente, è ora possibile utilizzare un metodo di aggiornamento più rapido. Grazie a un componente aggiuntivo chiamato Windows Installer, puoi aggiornare Kodi dall’applicazione stessa.

Se preferisci aggiornare Kodi manualmente, segui questi passaggi:

  1. Vai alla sezione download della pagina ufficiale di Kodi e scorri verso il basso per vedere le diverse versioni dell’applicazione. Fai clic sulla versione di Windows .
  2. Si aprirà una finestra con diverse versioni di Kodi che è possibile scaricare. Fare clic su INSTALLER (64 BIT) se la versione di Windows è 64 bit o su INSTALLER (32 BIT) se la versione di Windows è 32 bit.
  3. Esegui il programma di installazione che hai scaricato e segui i passaggi che vedrai sullo schermo.

Come aggiornare Kodi su MacOS

L’unico modo per aggiornare Kodi su MacOS è reinstallare l’applicazione . In questo modo, oltre a copiare i nuovi file, quelli vecchi verranno sostituiti da quelli aggiornati. Per fare ciò, attenersi alla seguente procedura:

  1. Accedi alla sezione download del sito Web ufficiale di Kodi. Quando scorri verso il basso, vedrai diverse versioni di Kodi esistenti. Fai clic sulla versione per MacOS .
  2. Verrà visualizzato un popup con un collegamento per il download dell’ultima versione di Kodi. Fare clic su INSTALLATORE (64 BIT) per scaricare il file, che sarà in formato DMG .
  3. Esegui il file scaricato facendo doppio clic su di esso.
  4. Nel programma di installazione, è necessario trascinare l’icona di Kodi nella cartella Applicazioni . Ti verrà chiesto se desideri sostituire il file esistente. Accetta per terminare l’installazione.

Come aggiornare Kodi su Linux

Le applicazioni Linux vengono solitamente aggiornate dal terminale, ed è per questo che la procedura per aggiornare Kodi su qualsiasi distribuzione Linux comporta anche l’esecuzione di una serie di comandi. Vediamo come aggiornare Kodi in Ubuntu, anche se i passaggi saranno molto simili ad altre distribuzioni o gestori di pacchetti:

  1. Aprire il terminale facendo clic sull’icona premendo CTRL + ALT + T .
  2. È necessario immettere il comando seguente e premere Invio per eseguirlo:
    sudo apt-get update
  3. Quindi, esegui questo comando per aggiornare tutti i pacchetti sul tuo sistema:
    sudo apt-get upgrade
  4. Quindi immettere questo comando:
    apt-get dist-upgrade
  5. Con questo, Kodi e tutte le dipendenze di Kodi verranno aggiornate all’ultima versione stabile. Se vuoi solo aggiornare Kodi, esegui questo comando:
    apt-get install --only-upgrade kodi

Se la distribuzione Linux che usi ha un software o un aggiornamento del pacchetto, puoi usarlo; Il risultato sarà lo stesso. 

Come aggiornare Kodi su Android

Se hai installato Kodi su un dispositivo Android, utilizza Google Play Store per gestirlo. Per fare ciò, attenersi alla seguente procedura:

  1. Apri Google Play Store sul tuo dispositivo.
  2. Fare clic sull’icona in alto a sinistra per accedere al menu principale e fare clic su Le mie applicazioni e giochi .
  3. Nel caso in cui ci siano aggiornamenti per Kodi, puoi vederli in questo elenco. Se ci sono, fare clic su Aggiorna . Nel caso in cui desideri aggiornare tutte le applicazioni, fai clic su Aggiorna tutto .

Con questo hai già aggiornato Kodi alla sua ultima versione per Android. Nel caso in cui Kodi sia installato tramite sideload, come in alcuni TV Box, dovrai installare manualmente la nuova versione di Kodi. 

Come aggiornare Kodi su Xbox One

In generale, non sarà necessario aggiornare Kodi manualmente su console Xbox one, poiché il sistema di console stesso è responsabile per l’aggiornamento automatico delle applicazioni. Tuttavia, nel caso ci fosse un problema e non fosse aggiornato, puoi aggiornare Kodi manualmente, proprio come qualsiasi altra applicazione. È necessario seguire questi passaggi:

  1. Premi il pulsante Xbox sul telecomando per aprire il menu.
  2. Seleziona l’opzione I miei giochi e app .
  3. Seleziona Aggiornamenti sul lato sinistro dello schermo.
  4. In caso di aggiornamenti Kodi in sospeso, puoi scaricarlo e installarlo da qui.

Si consiglia di automatizzare questo processo ogni volta che è possibile. Per fare ciò, è necessario accedere a Impostazioni -> Sistema -> Aggiornamenti . In questo pannello è possibile configurare gli aggiornamenti da scaricare e installare automaticamente. Questo sarà valido sia per le applicazioni che per i giochi.

Come aggiornare Kodi su Amazon Fire OS

Non esiste un metodo per scaricare Kodi in FireOS dall’App Store di Amazon. Tuttavia, esistono diversi metodi per far funzionare Kodi su dispositivi con FireOS.

Per aggiornare i dispositivi Kodi su Fire TV o Fire TV Stick, dovrai ripetere il processo di installazione. Devi assicurarti che la versione scaricata sia l’ultima. In caso di problemi, è sempre possibile rimuovere Kodi dal dispositivo e installarlo di nuovo. Ciò eliminerà qualsiasi tipo di problema che può sorgere durante l’installazione.

Come aggiornare Kodi su iOS

Sebbene Kodi abbia una versione iOS, non è disponibile nell’App Store. Tuttavia, è possibile installare Kodi su iOS usando altri metodi.

Per aggiornare Kodi dovrai reinstallarlo. Tuttavia, nel caso di dispositivi iOS, è consigliabile disinstallarlo completamente e quindi installare la nuova versione. In questo modo eviterete vari problemi che potrebbero sorgere.

Come aggiornare Kodi sul Chromebook

Se possiedi uno dei Chromebook delle ultime generazioni, probabilmente hai accesso al Google Play Store. In questo caso, puoi aggiornare Kodi da lì.

Esistono altri due modi per installare Kodi sul Chromebook o su qualsiasi altro dispositivo Android senza Google Play. Puoi provare a utilizzare l’estensione Chrome Ark Welder e far funzionare Kodi come estensione di questo browser. Puoi anche creare un’estensione di Kodi Chrome usando questa stessa estensione. Nel caso in cui desideri aggiornare Kodi, dovrai reinstallarlo.

Come aggiornare Kodi su Apple TV

La stessa cosa accade con i dispositivi Apple TV come con i dispositivi iOS. Non sarai in grado di installare Kodi dall’App Store di tvOS , che è il sistema operativo di Apple TV. Ecco perché non puoi neanche aggiornarlo. L’assenza di Kodi nell’App Store è dovuta a determinati requisiti che Kodi non soddisfa, poiché accede a determinati componenti del sistema a cui Apple non consente alle applicazioni di accedere. Tuttavia, puoi installare Kodi usando il sideload.

Per aggiornare i dispositivi Kodi Apple TV, dovrai ripetere l’installazione. 

Come aggiornare Kodi su Nvidia Shield TV

Nvidia Shield TV non è altro che un dispositivo Android TV , quindi puoi trovare Kodi nel Google Play Store e aggiornarlo direttamente da lì. Il sistema stesso aggiornerà Kodi automaticamente quando sarà disponibile una nuova versione. Tuttavia, potrebbe essere utile sapere come aggiornare Kodi manualmente, nel caso in cui gli aggiornamenti siano disabilitati. È necessario seguire questi passaggi:

  1. Accedi al Google Play Store .
  2. Nel menu, vai su Le mie app e i miei giochi .
  3. Puoi vedere un elenco delle applicazioni che hai installato. Saranno indicati anche quelli che hanno un aggiornamento disponibile.
  4. È possibile aggiornare le applicazioni una alla volta, ma se si desidera aggiornarle tutte, è necessario fare clic su Aggiorna tutto .

In caso di problemi, prova a disinstallare Kodi e reinstallarlo.

Come aggiornare Kod su Smart TV

Puoi anche eseguire Kodi sulla maggior parte delle Smart TV disponibili, ma non su tutti. Se hai una Smart TV con Android sei fortunato, dato che l’aggiornamento di Kodi non potrebbe essere più semplice. Segui questi passaggi:

  1. Accedi al Google Play Store della tua TV Android.
  2. Nel menu sul lato sinistro dello schermo selezionare l’opzione Le mie applicazioni .
  3. Verrà visualizzato un elenco di tutte le applicazioni. Saranno indicati anche quelli che hanno un aggiornamento disponibile. Seleziona Kodi e poi Aggiorna .

E questo è tutto. Il sistema TV farà il resto. Nel caso in cui non si disponga di un televisore con Android, il processo può essere più complicato. Nei casi in cui non è possibile installare Kodi, è comune ricorrere al mirroring da altri dispositivi su cui è installato Kodi. 

Come aggiornare Kod su Raspberry Pi

Ci sono molte persone che preferiscono creare il proprio TV Box con la scheda Raspberry Pi. Oltre all’apprendimento, potresti risparmiare qualche soldo. Poiché gli utenti di Rasperry Pi dispongono di LibreELEC , l’installazione di Kodi non potrebbe essere più semplice. LibreELEC è un sistema operativo appositamente progettato per Kodi. Tutto quello che devi fare per aggiornare Kodi è aggiornare LibreELEC alla sua ultima versione, che supporta l’ultima versione di Kodi. Questi sono i passaggi che devi seguire:

  1. Vai su Impostazioni -> LibreELEC / OpenELEC .
  2. Quindi devi andare su Sistema , dove puoi vedere la sezione Aggiornamenti .
  3. Seleziona l’opzione Aggiorna canale e quindi Versione principale .
  4. Ora seleziona l’opzione Versioni disponibili . Scegli l’ultima versione disponibile e conferma la scelta.

Seguendo questi passaggi aggiornerai LibreELEC. In caso di problemi, installare Kodi da zero.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *