Come creare un chatbot su Telegram

In questa guida vedremo come creare il tuo bot Telegram: i primi passi da fare, come crearlo da 0 e un esempio di cose che puoi fare con un chatbot.

I social media sono stati inondati di robot ultimamente. Programmi semplici che ti consentono di interagire con altri utenti come se fosse solo un’altra persona. Questi sono particolarmente utili per gli account aziendali che hanno un flusso enorme di interazione con i clienti. Con i bot è possibile servire immediatamente tutti questi utenti.

Telegram è un programma di messaggistica istantanea che, oltre a proteggere la nostra privacy, ha un ottimo uso dei diversi bot esistenti su questa piattaforma. Grazie a loro, possiamo scaricare musica da YouTube oppure avere un chatbot nel nostro account.

Nonostante questo, molti utenti non sanno cosa sono i robot e come funzionano, quindi in questo articolo spiegheremo cosa sono i robot, a cosa servono e come creare un chatbot per Telegram senza programmi.

Come creare un chatbot su Telegram

Dire che il “mondo” di Telegram Bot è molto vasto. Ecco perché abbiamo deciso di dividerlo in due parti. Il primo sarà un tutorial in cui spiegheremo come crearlo ed eseguirlo.

Ora spiegheremo passo dopo passo come creare un Bot. Usando un BotFather dovremo creare il nostro bot.

  1. La prima cosa che devi fare è aprire Telegram e scrivere “@BotFather” .
  2. In risposta, riceverai un elenco di comandi per gestire i bot.
  3. Scegliere o digitare il comando / newbot e inviarlo.
  4. Successivamente il bot stesso ti chiederà il nome desiderato per il tuo bot. Importante, deve finire in Bot. Esempio: EalBot o Eal_Bot.
  5. Se tutto è corretto, verificherà la creazione del tuo Bot.
  6. Ora è il turno di configurare la privacy del tuo bot. Scriviamo “/ setprivacy”.
  7. Bot creato e pronto per essere personalizzato.

Il bot è stato creato, ma per il momento non farà niente però ti fornirà un token con il quale potrati programmarlo e attivare le varie funzioni: quindi salva il token e non farlo vedere a nessuno.

Ma la creazione di un bot non finisce qui poiché BotFather ci semplifica anche la configurazione di alcuni aspetti. Possiamo cambiare l’immagine del bot, una descrizione e i comandi che può comprendere. Il comando / help con BotFather descrive in dettaglio i comandi che può ricevere. Può sembrare difficile da capire, quindi descriviamoli tutti.

/ newbot – Crea un nuovo bot, ti chiederà il nome e lo creerà.
/ token: ti fornisce il token HTTP per un’API che vuoi fare, ad esempio.
/ revoke – Elimina l’accesso token al tuo Bot.
/ setname – Cambia il nome del tuo bot
/ setdescription – Cambia la descrizione del tuo bot, molto utile per presentarlo e spiegare cosa fa
/ setabouttext – Modifica le informazioni sul tuo bot.
/ setuserpic – Cambia l’immagine del profilo del tuo bot.
/ setinline – Permette di modificare le autorizzazioni relative ai bot integrati, se li capisci o no.
/ setinlinefeedback – Configura le risposte ai messaggi con i bot integrati.
/ setcommands – Cambia i comandi con i quali puoi interagire con il tuo bot
/ setjoingroups – Abilita o disabilita l’opzione per aggiungere il bot a gruppi
/ setprivacy – Impostazioni di privacy, se il bot può vedere tutti i messaggi o solo quelli che lo menzionano
/ deletebot – Elimina un bot.
/ Annulla – annulla l’operazione corrente con BotFather

Tutto si basa su uno scambio di messaggi tra BotFather e te, in questo modo puoi configurare il tuo bot. Una volta fatto tutto ciò, è tempo di personalizzarlo e dargli la forma che desideri. Per questo, viene utilizzato Manybot.io, che attraverso un’interfaccia più economica ti mostra tutto ciò che puoi fare.

ManyBot è uno strumento per Telegram, un bot in realtà, che consente di modificare il funzionamento del bot senza la necessità di programmare nulla. Tutto attraverso un’interfaccia piacevole e facile da usare.

La prima cosa da fare è consentire a ManyBot di configurare il tuo Bot. Per questo, il messaggio che riceviamo dal BotFather con il token HTTP, lo inoltriamo a ManyBot e il gioco è fatto. Ora dovremo tornare al nostro Bot e scrivere “/ start” o “Start”.

Una delle opzioni più interessanti è quella di poter interagire con il bot stesso. Per fare questo useremo i comandi e le loro risposte . Con Manybot, configurarlo è facile. Anche se devi essere paziente se vogliamo fare molti comandi.

Andiamo di nuovo al menu principale, qui seguiamo i seguenti passi:

  1. Fai clic su Comandi personalizzati
  2. Seleziona Crea comando (qui possiamo anche selezionarne uno che dobbiamo già modificare)
  3. Scriviamo il comando accompagnato da un «/».
  4. Scriviamo la risposta o scegliamo tra le due opzioni che ci offre: Aggiungi domanda e Abilita modalità messaggio casuale (Puoi creare
  5. un sondaggio o il bot scegliere da un elenco di messaggi che inserisci)
  6. Fai clic su Salva
  7. Andiamo al BotFather e digitiamo / setcommands
  8. Scegliamo il bot che vogliamo modificare i comandi
  9. scriviamo il nome del comando, senza “/”, e una breve descrizione nel formato che richiede “comando – descrizione”
  10. Comando creato e pronto per l’uso

Fatto ciò, il nostro bot risponderà ai comandi che gli diciamo. Puoi testarlo inviando il comando o aggiungendolo in un gruppo. Ricorda che, a seconda della privacy che hai stabilito, dovrai prima menzionarlo o meno.

Inoltre con Manybot possiamo aggiungere un feed RSS al nostro bot. In questo modo, possiamo pubblicare notizie, post, articoli e aggiornamenti automaticamente in ogni gruppo che in cui viene aggiunto o da ogni persona che lo ha aperto. Seguendo questi passaggi puoi avere il tuo bot con i feed.

  1. Si accede alle impostazioni in Manybot
  2. Fai clic su Autoposting
  3. Scegli la fonte da cui pubblicare, nel nostro caso abbiamo scelto Feed RSS e abbiamo inserito quello di maidirelink.it.
  4. Una volta inviato, fai clic su Invia e il gioco è fatto.

In questo modo che il nostro bot pubblicherà automaticamente ciò che appare come nuovo nel feed che abbiamo inserito. Un buon modo per tenere informati i tuoi follower o un gruppo.

Certo, questa è solo la punta dell’iceberg se si considera che le chatbot sono una fonte quasi infinita di opzioni. Ma questa è solo la conoscenza di base per fare i primi passi per creare un bot.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *