Come ridurre luminosità minima di Android più di quanto consentono le impostazioni

In questa guida andremo a spiegare come fare per regolare la luminosità dello schermo tuo cellulare Android per diminuirla al di sotto del minimo.

Quando si utilizza lo smartphone, di solito ci affidiamo alla luminosità automatica dello schermo. Basandosi su un sensore nascosto sotto il vetro, questa luminosità si adatta alle condizioni dell’ambiente grazie alla lettura della luminosità esterna.

Più luce c’è, più lo schermo si illumina; al contrario meno luce è presente, meno lo schermo si illuminerà, fino a un valore minimo dal quale la luminosità non diminuirà.

Non tutti gli schermi hanno una luminosità minima sufficiente per consultare il telefono in completa oscurità: a volte lo schermo finisce per abbagliarci senza che siamo in grado di fare nulla.

Vedere lo schermo del telefono troppo luminoso di notte può rendere difficile dormire e quella luce può causare affaticamento degli occhi.

Fino a quando la modalità scura su Android non sarà disponibile sul telefono, ci sono diversi modi per ridurre la luminosità dello schermo oltre alle impostazioni minime della luminosità per rendere lo schermo più scuro. 

Come diminuire la luminosità dello schermo Android più di quella consentita dalle impostazioni

Al momento, non è possibile ridurre il valore minimo stabilito dal produttore per ridurre la luminosità del cellulare, ma esiste un vecchio trucco che ci consente di svolgere la stessa funzione.

Si tratta di filtri che ci consentono di ridurre la luminosità più di quanto il telefono stesso consenta dalle sue impostazioni. I vantaggi? Sono applicazioni leggere ma che, in molti casi, non superano il mega peso e consentono di ridurre la luminosità fino a quanto vogliamo (fino a quando lo schermo non sarà quasi completamente buoi).

Questi tipi di applicazioni applicano un filtro al pannello per ridurre la luminosità al di sotto di quanto consentito dal produttore. I valori di luminosità stessi non cambiano, ma per i nostri occhi, è come se fosse così.

Per iniziare, possiamo usare Screen Filter. È una delle applicazioni più vecchie su Android e, anche se non viene aggiornata da molto tempo, continua a funzionare sulle ultime versioni del sistema operativo.

L’applicazione accumula già oltre cinque milioni di download e ha valutazioni eccellenti. Dopo averla scaricata, non ci resta che aprirla e regolare il valore che vogliamo. Più lo abbassiamo, meno vedremo brillare lo schermo

Qui che dobbiamo stare attenti, poiché la luminosità di questi filtri è tale che possiamo finire con il pannello completamente nero quando scendiamo troppo in basso. In tal caso, l’app ci mostrerà un avviso.

Sebbene originariamente Twilight fosse intesa come filtro per la luce blu, con vari aggiornamenti ha incorporato altri strumenti come la possibilità di ridurre ulteriormente la luminosità del nostro telefono. È una delle app più conosciute ed è stata scelta anche dagli editor di Google Play.

Tra le sue numerose funzionalità troviamo la possibilità rendere il display del tuo device adatto agli orari della giornata. Filtra lo spettro blu dello smartphone dopo che il sole è tramontato e si prende cura dei nostri occhi con un velato e piacevole filtro di colore rosso. L’intensità
del filtro è uniformemente regolata dai cicli del sole nel tuo Paese secondo gli orari di alba e tramonto locali.

All’interno della sezione delle impostazioni saremo anche in grado di scegliere i tempi di accensione e spegnimento, oltre ad attivarlo manualmente quando ne abbiamo bisogno.

Se vogliamo un po’ più di personalizzazione, possiamo scegliere Darker. L’applicazione fa lo stesso di Screen Filter, ma è un po’ più personalizzabile.

Tra le sue funzioni di base troviamo l’opzione per programmare l’ora in cui inizia, così come l’ora in cui termina, ma possiamo anche attivare lo spegnimento automatico quando il nostro cellulare dovrà aumentare la luminosità. Ciò avverrà per esempio quando usciamo per strada di giorno, poiché il telefono cellulare e i suoi sensori rileveranno che questi filtri non saranno più necessari.

E’ anche possibile selezionare la tonalità del filtro per un maggiore effetto sui nostri occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *