Trucchi e Guide Smartphone

30 trucchi per aumentare durata batteria del telefono

In questo articolo vedremo come fare aumentare la durata massima delle batterie dei cellulari Android e iPhone con semplici trucchi e consigli per prolungare la vita del tuo telefono.

Le prestazioni e la potenza offerte da qualsiasi telefono cellulare attuale, con una moltitudine di core CPU e una grande quantità di RAM in suo possesso, garantiscono che non ci siano quasi differenze tra l’uno e gli altri modelli, tranne che per le differenze tra i modelli economici  e quelli di fascia alta.

Tuttavia, un problema comune è quello di garantire buoni tempi di autonomia con batterie che ci permettano di utilizzarle tutto il giorno senza dover ricorrere a ricariche continue.

Con l’arrivo delle nuove generazioni, i produttori si sono impegnati a collaborare con i fornitori di software per ottimizzare l’uso dell’energia e garantire una grande efficienza energetica. Ma ci sono molte attività che eseguiamo con questi dispositivi e i loro schermi di grandi dimensioni non aiutano nel risparmio energetico.

Con la funzione di ricarica rapida, già supportata dalla stragrande maggioranza dei terminali, questa esigenza è stata parzialmente alleviata. Comunque riveleremo alcune modifiche che ti aiuteranno a prolungare la capacità massima della batteria del tuo cellulare.

Questi sono alcuni dei nostri consigli che abbiamo messo in pratica innumerevoli volte e che ti permetteranno di allungare la vita della batteria del tuo smartphone, non solo per risparmiare tempo su base giornaliera, ma anche per evitare di accorciare la vita della tua batteria.

Se segui tutte questi trucchi ma il tuo telefono continua a non offrire le prestazioni accettabili, significa che potrebbe essere dovuto al fatto che la vita utile della batteria del tuo cellulare è già in calo o ha un guasto, quindi dovresti ripensare alla sua sostituzione.

Come migliorare la durata della batteria del tuo cellulare

Aumentare durata batteria telefono: 15+ Trucchi e Segreti

L’estensione della durata della batteria è fondamentale quando si tratta di prolungare la durata di utilizzo dello smartphone. Soprattutto considerando la difficoltà di sostituire le batterie agli ioni di litio in molti modelli di smartphone. 

Su molti smartphone, l’accesso alla batteria è impegnativo. Ad esempio, nell’iPhone e in molti cellulari di fascia media e alta di marchi come Samsung. In questi casi, la sostituzione della batteria può essere molto costosa.

In questo articolo proponiamo diversi suggerimenti per prolungare il ciclo di vita del tuo smartphone. Questi sono consigli che ti aiuteranno ad aumentare il numero di anni e mesi di durata della batteria, prima che debba essere sostituita.

Come si deteriora la batteria del cellulare?

Ad ogni ciclo di ricarica, la batteria del cellulare si deteriora leggermente. Per ciclo di carica si intende la scarica totale e la carica della batteria, dallo 0% al 100%. Le cariche parziali contano come una frazione di un ciclo. 

Pertanto, ad esempio, caricare il cellulare dal 50% al 100% rappresenterebbe metà ciclo di ricarica. Se esegui la stessa azione due volte, stai eseguendo un ciclo di carica completo.

Alcuni utenti eseguono più di un ciclo di ricarica al giorno. Altri effettuano meno di un ciclo di carica ogni 24 ore. Tutto dipende da come usi il tuo cellulare. Quanto lo usi (ore di utilizzo) e come lo fai (attività che fai con il dispositivo).

I produttori di batterie affermano che la capacità viene ridotta del 20% dopo 400 cicli di carica. Pertanto, dopo tutte queste cariche, la batteria inizia ad immagazzinare l’80% dell’energia che era in grado di trattenere da quando hai acceso il cellulare per la prima volta.

E il processo di deterioramento non si ferma qui. Con il 401° ciclo di carica, la batteria dello smartphone continua a deteriorarsi. E cosi come con il numero di ciclo di carico 402 e con il numero 403. Per alcuni, questa stima dell’usura (20% dopo 400 cicli di carica) potrebbe essere inferiore e addirittura superiore.

Il processo di usura è così evidente che Apple ha ammesso di aver rallentato i vecchi modelli di iPhone per compensare il deterioramento delle batterie.

Da tutto ciò che è stato detto, ne consegue che, meno cicli di ricarica, più anni e mesi di vita stai dando alla vita della tua batteria. Pertanto, si tratta di sfruttare ancora meglio la batteria, in modo che ti duri di più.

In altre parole, meno volte si scarica e si ricarica la batteria, più a lungo durerà la batteria come componente cruciale del proprio smartphone.

In ogni caso, non si tratta di rinunciare a nessuno degli usi che dai al cellulare. Perché, se hai acquistato uno smartphone, l’hai comprato per usarlo.

Alcuni dei suggerimenti che ti daremo hanno un impatto diretto sull’efficienza energetica del cellulare. In questo modo, favoriscono cicli di ricarica più distanziati (che, a sua volta, contribuisce alla longevità del dispositivo). Un esempio di questo tipo di raccomandazione è la riduzione della luminosità dello schermo.

Altre indicazioni cercano di rimuovere stress e tensione dallo smartphone. Queste azioni hanno un impatto molto diretto sulla longevità della squadra. Un esempio? Evita le temperature estreme.

Né troppo freddo né troppo caldo

Per garantire una lunga durata della batteria, è necessario evitare temperature estreme. Né freddo né caldo. Né in inverno né in estate è una buona idea lasciare il cellulare in macchina. 

Nella stagione estiva, devi stare particolarmente attento. Ed è molto facile dimenticare il tuo smartphone al sole, su un asciugamano o sul tavolo in terrazza.

Evita la ricarica rapida

Alcuni smartphone facilitano la ricarica rapida. È una tecnologia che può essere molto utile quando è strettamente necessario. Tuttavia, questo tipo di carica mette sotto stress la batteria e contribuisce al suo deterioramento. In altre parole: le normali cariche sono migliori per la longevità della batteria.

Non portare la batteria a 0% e 100%

Si sconsiglia di far scendere la batteria allo 0% o di caricarla fino al 100%.

È uno sbaglio che ci portiamo dietro utile solo in un tempo passato, quando le batterie ricaricabili avevano memoria. Se non le avevi caricate e scaricate completamente, le batterie riducevano la loro capacità per un discorso di “memoria”. Pertanto, era meglio scaricare la batteria a zero e ricaricala fino a raggiungere il 100%.

Le nuove batterie funzionano in modo diverso. Infatti, scaricarla e caricarla completamente è dannoso per la batteria. In un mondo ideale, l’obiettivo è mantenere il livello di carica tra il 45% – 75%.

È difficile da mantenerlo nella tua giornata? Bene, devi sapere che può andare bene anche un valore di carica tra il 20% e il 90% della capacità, un’autonomia molto più economica.

Il produttore Samsung afferma che è necessario evitare che la batteria scenda al di sotto del 20% della capacità. Per mantenere sempre la batteria negli intervalli indicati, è bene che si carichi in sessioni di pochi minuti.

Possiamo dire che un livello di carica ottimale è del 50%. Ovviamente, comunque sia, evita a tutti i costi che la batteria crolli fino a zero o che raggiunga il 100% di carica.

Al 5% una volta al mese, per ricalibrare

È bene lasciare che la batteria si scarichi quasi completamente, ad un livello del 5%, “per ricalibrare”.

Carica il cellulare al 50% se non lo utilizzerai per un po’

Abbiamo già detto che il livello di carica ottimale è del 50%. Questa percentuale è un riferimento, una guida.

Bene, quella percentuale di carica è l’ideale se hai intenzione di non spegnere il tuo cellulare per un lungo periodo di tempo. Pertanto, dovresti caricarlo fino al 50% prima di scollegarlo e metterlo via. 

Non pensare nemmeno di spegnerlo quando è allo 0% o al 100%, prima di parcheggiare il dispositivo per un lungo periodo. Se lo fai, la batteria ne risentirà.

Utilizzare meno batteria per prolungarne la vita utile

Finora abbiamo spiegato azioni e routine che possono aiutarti a prolungare la durata della batteria. D’ora in poi, elencheremo i suggerimenti con cui migliorare le prestazioni della batteria.

Con questa ottimizzazione energetica, riduci il numero di cicli di carica (la scarica totale e la carica della batteria) e, quindi, contribuisci a una maggiore durata della batteria. E, come abbiamo spiegato sopra, più cicli di ricarica, più la batteria si deteriora.

Quindi tutti quei comportamenti volti a consumare la batteria minima necessaria sono positivi per la longevità del cellulare. Il termine chiave è ottimizzare l’uso e il consumo della batteria.

Guarda i video e gioca con moderazione

Insieme alle applicazioni (di cui tratteremo altrove in questo articolo), video e videogiochi sono i due contenuti che consumano più energia. Si tratta di contenuti che richiedono che lo schermo funzioni per lunghi periodi di tempo.

Riduci la luminosità dello schermo

Lo schermo del cellulare è il componente che di solito consuma più batteria. Quindi, se abbassi la luminosità dello schermo, risparmierai energia. L’uso della luminosità automatica è una buona opzione, anche se è anche vero che questa funzione farà funzionare di più il sensore di luce.

L’ideale, sebbene di difficile realizzazione, è cambiare la luminosità dello schermo ogni volta che cambiano le condizioni di luce in cui ti trovi.

Riduci lo spegnimento automatico dello schermo

Se hai lo schermo acceso e smetti di usarlo, si spegnerà dopo un breve periodo di tempo, che di solito è di uno o due minuti. Per risparmiare energia, puoi ridurre i tempi di attesa. A volte 30 secondi sono più che sufficienti.

Non utilizzare app che consumano troppa batteria

Se scarichi la batteria a un ritmo frenetico, dovresti controllare le tue abitudini con i social network. Le applicazioni come Facebook consumano molta batteria.

Cancella o limita le autorizzazioni di Facebook

L’opzione più drastica è eliminare Facebook. Un’altra alternativa è limitare i permessi (riproduzione automatica del video, notifiche, ecc.) E ridurre l’utilizzo dell’applicazione.

Puoi accedere a Facebook dal tuo browser

Puoi accedere a Facebook dal browser del tuo smartphone. L’esperienza è molto simile a quella che hai tramite l’applicazione. Puoi persino ricevere notifiche. Per un accesso rapido, aggiungi Facebook.com ai preferiti nel tuo browser.

In alcuni cellulari, questi social network sono preinstallati. Pertanto, non possono essere eliminati, ma possono essere disabilitati.

Quali altre app ti fanno sprecare la batteria?

Dai un’occhiata alle impostazioni della batteria per scoprire quali altre app utilizzano una quantità di energia sproporzionata. Dopo averli individuati, eliminarli, disabilitarli o limitare le autorizzazioni.

Tenete a mente che alcune applicazioni hanno versioni light, che generalmente occupano meno spazio, utilizzano meno dati e che richiedono meno energia.

App con la geolocalizzazione

Le app che utilizzano il GPS consumano particolarmente la batteria. Alcune applicazioni, come Google Maps, hanno davvero bisogno di sapere dove ti trovi per funzionare bene. Ma altri, come Facebook, non hanno bisogno di queste informazioni per funzionare bene.

Ottenere un migliore utilizzo dell’energia delle applicazioni mobili non è facile. Il motivo principale è che quelle App che consumano più batteria sono quelle che usi di più. Pertanto difficilmente ridurrai il loro utilizzo ma una buona idea è limitare le autorizzazioni.

Acquista la versione premium delle app che usi spesso per eliminare gli annunci

Molte app hanno sia una versione gratuita che una a pagamento. Quella gratuita viene solitamente pagato con gli annunci. E, come puoi immaginare, quegli annunci che appaiono ti fanno spendere più dati e più energia.

D’altra parte, beneficerai di uno schermo senza pubblicità e godrai di una versione dell’App con più funzionalità. Inoltre, contribuirai allo sviluppo del settore degli sviluppatori di app.

Il tuo cellulare sincronizza i dati troppo spesso?

Quasi sicuramente usi email e applicazioni di ogni tipo sul tuo smartphone. Stiamo parlando di App che cercano aggiornamenti e che vengono sincronizzate frequentemente.

Pertanto, controlla le impostazioni di sincronizzazione nelle tue app e nella tua posta elettronica, in modo che solo le sincronizzazioni vengano eseguite alla velocità di cui hai bisogno.

Disattiva WiFi, Bluetooth e GPS se non li stai utilizzando

Se sono attivati, WiFi, Bluetooth e GPS controllano regolarmente il segnale. E quella ricerca consuma energia.

Per questo motivo, se non avrai bisogno di nessuna di queste tecnologie, è meglio disattivarle.

Quindi, quando esci di casa, non dimenticare di spegnere il WiFi. E fai lo stesso con il Bluetooth quando non devi connetterti a nessun dispositivo.

Attiva la modalità “Risparmio batteria”

La maggior parte degli smartphone ha una modalità Risparmio batteria. Questa modalità disabilita le azioni non necessarie. Ad esempio, il controllo automatico della ricezione di nuove email. È una modalità che possiamo impostare manualmente o automaticamente (quando la batteria del telefono scende al di sotto di un livello preimpostato).

Controlla la salute della tua batteria

Le versioni più recenti di iOS ti mostreranno lo stato di salute della batteria. Su Android questa funzione non è disponibile, ma ci sono App di terze parti che ti permettono di fare un controllo della batteria.

Usa sempre il caricabatterie ufficiale

Assicurati di utilizzare il caricabatterie fornito nella confezione con lo smartphone. E se questo caricabatterie è danneggiato, cerca un caricabatterie che sia esattamente lo stesso. Il caricabatterie ufficiale è un buon primo passo per garantire pratiche di ricarica ottimali.

Aggiorna il software del dispositivo

Verifica di aver eseguito l’ultimo aggiornamento software disponibile per il tuo dispositivo.

Evita i luoghi con segnale scarso

Segnale basso? Quante barre del segnale indica lo schermo? Queste sono domande importanti, poiché il tuo dispositivo consuma più batteria se ti trovi in ​​un’area con scarsa copertura per un lungo periodo. La ragione? Il tuo cellulare utilizza più energia comunicando con il tuo operatore di rete.

L’utilizzo di dati in aree con un segnale debole può scaricare la batteria. Ti consigliamo di disattivare i dati se stai esaurendo la batteria e non hai bisogno di un accesso a Internet.

Usa il WiFi ogni volta che puoi

Quando hai il WiFi a portata di mano, usalo. Non solo salva i dati, ma consuma anche meno batteria rispetto alla connessione offerta dall’operatore per il tuo cellulare.

Per questo motivo, non dimenticare di attivare il WiFi quando sei a casa. E non essere timido nel chiedere la password quando sei in un bar o a casa di un amico.

Usa “Modalità aereo” per risparmiare la batteria se sta per esaurirsi

Se la batteria inizia a scaricarsi, è necessario attivare la modalità aereo. Con questa modalità, disabiliti WiFi e Bluetooth.

Ora, dovresti sapere che se vuoi attivare nuovamente una di queste due tecnologie, puoi farlo manualmente senza lasciare la modalità aereo.

Disattiva gli aggiornamenti in background

Per impostazione predefinita, le applicazioni vengono aggiornate in background. Puoi scegliere di farlo solo quando sei connesso a una rete WiFi. Questi aggiornamenti possono scaricare la batteria.

Impedisci gli aggiornamenti automatici delle app

Per migliorare l’efficienza energetica del tuo cellulare, potrebbe essere fondamentale impedire gli aggiornamenti automatici delle App.

Per fare ciò, nell’iPhone devi andare su Impostazioni iTunes e App Store. Una volta lì, puoi indicare che non desideri download automatici.

Su Android, apri Google Play. Apri il menu laterale e seleziona Impostazioni. All’interno di questo sottomenu, vedrai l’opzione per disabilitare gli aggiornamenti automatici su Android.

Disattiva gli assistenti di intelligenza artificiale

Se hai deciso di utilizzare meno batteria, ti consigliamo di lasciare fuori dal gioco l’assistente di intelligenza artificiale del tuo cellulare.

Su molti dispositivi Android, hai l’Assistente Google, che puoi richiamare dicendo “OK Google”. Ciò significa che il microfono del cellulare deve essere acceso per ascoltare le parole magiche. 

Si tratta di un inutile spreco di energia, soprattutto se si tratta di una funzione che utilizzi molto sporadicamente. Puoi disabilitarlo nelle impostazioni di Google. Sul tuo iPhone vai su Impostazioni, seleziona Siri e disattiva Hey Siri.

Deseleziona i “widget” che non utilizzi

I cosiddetti widget ti consentono di vedere a colpo d’occhio le informazioni rilevanti delle applicazioni che usi di più. Ma dovresti tenere presente che consumano la batteria durante l’aggiornamento. Pertanto, è una buona idea controllare quali widget abbiamo attivi. Se ne usiamo un po ‘, deselezionalo.

Scorri lo schermo verso destra e apparirà la schermata di notifica. Trova il pulsante Modifica e scegli i tuoi widget.

Disattiva gli effetti visivi

Gli sfondi animati danno personalità al tuo smartphone. Tuttavia, allo stesso tempo sprecano la carica della batteria. Il consiglio è di passare a uno sfondo statico.

Disattiva i suoni non necessari

L’altoparlante dell’iPhone scarica la batteria. Per questo motivo, ti consigliamo di disattivare quei suoni che non sono cruciali per il funzionamento del cellulare. Ad esempio, i clic della tastiera o quello che suona quando si blocca lo schermo. Queste opzioni possono essere disabilitate in Impostazioni> Suoni.

Attivare la batteria adattiva

Vai su “Impostazioni> Batteria> Batteria adattiva” e fai scorrere la scheda per attivare questa modalità. Questa funzionalità introdotta nella versione Android Pie impedisce alle app che non vengono utilizzate frequentemente di consumare una quantità eccessiva di energia in background.

Immediatamente sotto questa opzione c’è un elenco di applicazioni limitate, che sarà vuoto per impostazione predefinita. Non è possibile inserire alcuna applicazione scelta in questo elenco; piuttosto, “Adaptive Battery” monitora le app in esecuzione in background e se qualcuno sta utilizzando una quantità eccessiva di energia, verrà visualizzata una notifica. 

Un altro motivo che ne giustifica l’attivazione è che la modalità ‘Batteria adattiva’ permette di verificare l’utilizzo che ne viene fatto dalle applicazioni e dagli aggiornamenti di terze parti che hai scaricato. È un modo per garantire che l’hardware e il sistema operativo rimangano efficienti dopo l’uso quotidiano del cellulare.

Impedire l’esecuzione delle app all’avvio del cellulare

La possibilità di scegliere quali applicazioni avviare quando accendi il telefono per la prima volta non è una caratteristica esclusiva delle ultime versioni di Android, in quanto potresti trovarla nelle versioni personalizzate del sistema operativo come MIUI.

In Mi 9, per citare un esempio, puoi trovarlo in “Impostazioni” e scegliere “Autorizzazioni nelle impostazioni dell’app”. Fare clic su “Avvio automatico” e controllare quali applicazioni dall’elenco si desidera eseguire in background e quali no.

Usa il buon senso poiché l’annullamento di alcune app ti farà rimanere a corto di notifiche importanti, come quella della tua banca quando esegui un’operazione sul tuo account.

Disattiva le vibrazioni

La vibrazione tattile offre un’ottima sensazione quando si tocca la tastiera virtuale sullo schermo dello smartphone, ma è davvero necessario averla attivata? Il terminale necessita di potenza extra per ogni vibrazione, quindi considera fino a che punto hai bisogno di questa modalità di utilizzo.

Allo stesso modo, puoi controllare le vibrazioni associate alle chiamate o il semplice fatto di ricevere notifiche dalle applicazioni. Se hai un orologio smartwatch smart, puoi essere una buona scelta deviare le notifiche a questo dispositivo per non perderne nessuna.

Ridurre il numero di notifiche ricevute

La maggior parte delle applicazioni che installi sul tuo telefono, come regola generale, vorranno inviarti notifiche per ricordarti che sono presenti e incoraggiarti a usarle di tanto in tanto.

Quindi, controlla quali applicazioni saranno in grado di inviarti notifiche tramite le impostazioni di “Impostazioni> Applicazioni e notifiche> Notifiche”. Scorri l’elenco e tocca ciascuno per disattivare la notifica se non è una priorità per te.

The Latest

To Top