sabato , 22 settembre 2018

5 app android che dovresti rimuovere subito

5 tipologie di applicazioni Android da disinstallare immediatamente perché inutili e dannose per lo smartphone. Ecco le app che sembrano utili ma che in realtà consumano batteria e rallentano i telefoni android.

5 app android che dovresti rimuovere subito

Spesso gli smartphone android diventano rapidamente intasati da app non necessarie che non occupano solo spazio di archiviazione, ma che possono anche influire sulle prestazioni del dispositivo mobile e sulla durata della batteria.

Che si tratti di consumare la durata della batteria, di utilizzare troppi dati mobili o di far apparire fastidiosi annunci: le app possono essere noiose in molti modi. A volte, senza che ce ne rendiamo conto, riempiamo i nostri smartphone con troppe app.

Bene, è abbastanza, è ora di ripulire il tuo smartphone. Ecco cinque tipologie di applicazioni che dovresti rimuovere immediatamente.

App libera RAM

Le app in esecuzione in background consumano la tua RAM e diminuiscono la durata della batteria, anche se sono in standby. L’idea alla base delle app che pretendono di aumentare e svuotare la tua memoria è quella di chiudere sistematicamente le app in background. Sfortunatamente, questo non risolve il problema.

Le app in esecuzione in background devono essere riavviate dopo averle chiuse. La memoria e la durata della batteria vengono quindi utilizzate per riavviare le app e questo costante riavvio può rendere il telefono instabile. Quindi, queste app di memoria non hanno alcun senso. Inoltre, Android gestisce automaticamente l’utilizzo della RAM e sa quando eseguire un’applicazione o meno, quindi le app di terze parti non sono necessarie.

Clean Master (o qualsiasi app di pulizia)

Le app di pulizia promettono di ripulire il telefono per migliorare le prestazioni. Anche se è vero che le applicazioni eliminate a volte lasciano alcuni dati in cache, non è necessario scaricare un apposito pulitore. Vai su Impostazioni > Archiviazione > e tocca Dati memorizzati nella cache. Alla richiesta Cancella dati cache , premi OK .

In alternativa, puoi cancellare la cache delle singole app andando in  Impostazioni> App> Download  e toccando su un’app. Nella pagina successiva, tocca Cancella cache . 

Clean Master e app simili richiedono spesso molta batteria e la loro pubblicità in-app può consumare inutilmente il tuo traffico dati internet mensile. Rimuovi tali app non appena possibile. 

Facebook

Ormai non dovrebbe essere più un segreto, ma per quei pochi che ancora non lo sanno, l’app di Facebook per Android è diventata mostruosa negli ultimi anni: elevato consumo di memoria, sempre attiva in background, autorizzazioni esigenti e, peggio ancora, consumo altissimo di dati mobili. 

La disinstallazione di Facebook velocizzerà il tuo smartphone e migliorerà le prestazioni del tuo dispositivo, non importa quanto sia potente. 

Se si desidera continuare a utilizzare Facebook su smartphone senza app, basterà semplicemente aprire il sito mobile tramite il browser del telefono e aggiungere un collegamento veloce nella schermata principale. Quindi, quando si andrà a chiudere la scheda Web di Facebook, il sito non utilizzerà più le risorse del telefono (batteria, piano dati, ecc.).

App inutili preinstallate dal produttore 

Molti smartphone hanno un sacco di app preinstallate. Che si tratti di app per prenotazioni alberghiere, giochi o app per ufficio con funzionalità discutibili: molti produttori installano le proprie app inutili accanto al set classico di app di Google. Di solito, è solo lo spazio di archiviazione che viene sprecato, ma nel peggiore dei casi, diminuiscono la durata della batteria.

Vale quindi la pena consultare l’elenco delle app e provare ad eliminare le applicazioni preinstallate che non utilizziamo o almeno a disattivarle. Il modo più semplice per farlo è tenere premuta la rispettiva app nell’elenco e quindi trascinarla sull’icona delle informazioni che apparirà in alto. 

Quindi vedrai se l’app è disinstallabile o solo disattivabile. Quest’ultima opzione indica semplicemente che l’app non viene più avviata al riavvio, ma continua a occupare lo spazio comunque sul telefono. Queste app disattivate possono essere rimosse completamente solo dopo aver eseguito il root di android.

Alcuni fornitori non ti permetteranno di disinstallare Facebook, Twitter o altri social network sul tuo smartphone. Ciò risulta molto fastidioso per quegli utenti che non si utilizzano i social o per coloro che non utilizzano la sua versione in app. Dopotutto, in molti casi, il sito mobile del social è più che sufficiente.

Un rimedio è quello di acquistare smartphone dai produttori che consentono la disinstallazione delle app preinstallate, ad esempio, Huawei e Honor. Oppure acquista smartphone che inseriscono solo con pochissime app di terze parti, come Google o Lenovo.

App per il Risparmio della batteria

Analogamente alle app per liberare memoria RAM, le app per il risparmio della batteria sono spesso inutili. Queste app offrono una soluzione a uno dei problemi degli smartphone più odiati al mondo e promettono miracoli. Ci sono solo alcune ottime eccezioni, ma la maggior parte delle app per il risparmio energetico sono semplicemente delle app bufale.

Per aumentare davvero la durata della batteria, è necessario ridurre la richiesta di energia dal sistema operativo e da tutti i servizi delle app in esecuzione. Per essere efficaci, le app a risparmio energetico dovrebbero assumere il controllo dell’esecuzione di Android. 

Ma dal momento che Android non può essere controllato senza privilegi di root, le app che scarichi dal Play Store non possono semplicemente intervenire e assumerne il controllo. Nel migliore dei casi, le app possono avvisarti o avvertirti quando c’è un elevato consumo di batteria. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *