WhatsApp Gratis: 2 Metodi per Averlo a Vita

WhatsApp Gratis: 2 Metodi per Averlo a Vita

Il nostro abbonamento di WhatsApp sta per scadere? Ok, che facciamo? paghiamo con carta di credito (automatico), con credito telefonico, con PayPal oppure cerchiamo di forzare il sistema e non paghiamo proprio ottenendo WhatsApp gratis a vita?

Ovviamente pagare WhatsApp per il servizio di qualità che offre, considerando il costo molto basso (0.89 centesimi abbonamento annuale) è il consiglio numero 1 anche da parte nostra, ma vediamo tutti i casi possibili comprese le tecniche per avere WhatsApp gratis per sempre.

Rinnovare WhatsApp gratis a vita con Wassapp

Si chiama Wassapp la nuova applicazione che consente di ottenere il rinnovo di Whatsapp gratis.
Questo metodo attualmente funzionante si è diffuso sui social network a macchia d’olio ed è ormai utilizzato da tantissimi utenti che non vogliono pagare l’abbonamento annuale.

Il metodo funziona anche se l’abbonamento annuale non è ancora scaduto, quindi potrete rinnovare Whatsapp gratis anche in anticipo rispetto alla data di scadenza. Questa la procedura:

  • Scaricare Wassapp sul computer.
  • Una volta lanciato Wassapp inserire il Paese e il numero di telefono con il prefisso.
  • Nel campo della password inserire l’indirizzo email che si utilizza come account di posta elettronica che è collegato al cellulare, senza password (quindi ad esempio l’indirizzo Gmail associato allo smartphone Android).
  • Spegnere il telefono o metterlo in modalità aereo prima del rinnovo.
  • Con il telefono spento, selezionare “Old WhatsApp ” e cliccare 3 volte su Login, poi selezionare l’opzione “New WhatsApp ” e di nuovo fare 3 volte clic su Login.
  • Wassap mostrerà un messaggio di errore di login, è tutto normale: accettare e continuare a cliccare su Login come indicato nel punto precedente.
  • Accendere il telefono: arriverà il messaggio di Whatsapp che conferma il rinnovo di un anno

 

Rinnovare gratis l’abbonamento fino al 2022

  • Per prima cosa è necessario fare un backup dei messaggi presenti su WhatsApp, che consiste nel salvare una copia delle conversazioni effettuate via app. Per farlo, bisogna accedere a WhatsApp, cliccare su “Impostazioni” e successivamente sulla voce “Impostazioni chat”. A questo punto si apre un menù, in cui occorre spuntare la voce “Backup delle conversazioni”. Una volta completate queste operazioni, bisogna attendere qualche minuto per consentire a WhatsApp di eseguire la copia di tutte le conversazioni del passato.
  • Il secondo step è disinstallare l’applicazione ed eliminare l’account WhatsApp dal proprio dispositivo mobile. 
  • Fatto questo, bisogna farsi prestare uno smartphone sul quale non è mai stata scaricato WhatsApp e procedere con l’installazione dell’applicazione (in fase di registrazione va indicato il proprio numero di telefono, non quello del soggetto prestante). 
  • A questo punto arriverà via SMS un codice di verifica, che dovrà essere inserito nel cellulare preso in prestito.
  • Dopo aver inserito il codice, occorre cancellare l’account WhatsApp “fittizio” dallo smartphone preso in prestito e disinstallare l’applicazione. 
  • Infine, bisogna installare nuovamente WhatsApp sul proprio telefono e registrarsi con il proprio numero di telefono.

Se avete seguito la procedura correttamente, dovreste trovarvi sotto la scritta voce “Info pagamento” (Impostazioni -> Account) un messaggio che indica che l’abbonamento a WhatsApp sarà disponibile fino al 2022.