Quanti mega e traffico dati consuma Spotify?

Quanti mega e traffico dati consuma Spotify?

Quanti mega e traffico dati consuma Spotify sul nostro smartphone o tablet? Quanti megabyte o giga consuma l’app mentre ascoltiamo la musica in streaming?
Spotify è un servizio gratuito che permette di ascoltare musica in streaming ovunque con il proprio smartphone , ma quali sono i suoi consumi di dati?

Ascoltare la musica su Spotify da smartphone è diventato gratuito da un po di tempo, ma quanti mega / traffico dati consuma Spotify durante la riproduzione in streaming della nostra musica preferita? Ecco i risultati di un test per capire quanti mega e giga consuma Spotify al mese.

In italia purtroppo le compagnie telefoniche hanno piani tariffari molto “ristretti” dal punto di vista dei MB e dei GB di navigazione internet, dobbiamo quindi stare molto attenti, perchè se usiamo troppo spesso Spotify rischiamo di sforare i GB mensili o settimanali previsti dal nostro piano e di ritrovarci a fine mese una bolletta telefonica particolarmente salata.

Stando ad alcuni test è stato possibile chiarire quale è il reale consumo di dati del servizio di streaming musicale.

Consumo MB Spotify al minuto (varia a seconda della qualità audio selezionata):

  • Qualità 96 kbps –> 0.72 MB al minuto
  • Qualità 160 kbps –> 1.2 MB al minuto
  • Qualità 320 kbps –> 2.4 MB al minuto

Consumo mensile Spotify in GB:

  • 96 kbps: 43 MB in un’ora, 1,34 GB in un mese
  • 160 kbps: 72 MB in un’ora, 2,23 GB in un mese
  • 320 kbps: 144 MB in un’ora, 4,46 GB in un mese

In pratica, usando Spotify solo con il vostro piano “mobile” non si dovrebbero riscontrare problemi anche avendo solo 2GB di traffico al mese.
Se invece avete un piano telefonico che offre solo 1GB di navigazione al mese, state attenti, perchè rischiate di esaurire tutto il traffico a vostra disposizione in poco tempo (sconsigliato se non siete sotto rete WiFi).

Fortunatamente l’app per dispositivi mobili offre comunque la possibilità di impostare una qualità predefinita per l’ascolto dei brani a seconda della connessione (mobile o wireless) che si utilizza per l’ascolto.

Il consiglio è quello di impostare al massimo la qualità 160 kbps, anche se già con la qualità 96 kbps riuscirete ad ascoltare musica di discreta qualità.